Pop culture

Qual è il vero significato delle superstizioni più comuni?

E soprattutto: perché sono nate?
Reading time 3 minutes

Cambiamo strada quando vediamo un gatto nero. Non appoggiamo mai il cappello sul letto, sia mai che porti sfortuna. E no, il numero 13 proprio non ci piace. Le superstizioni sono di tutti, arrivano a tutti e influenzano tutti (anche i più scettici, dai). Ma c'è da chiedersi perché abbiamo assunto questi atteggiamenti un po' strani, è vero, ma decisamente comuni: il motivo è da trovare centinaia di anni fa, nelle leggende e nei miti dell'antichità. Tutte le superstizioni più comuni (e il loro significato). 
 

Superstizioni, il significato: il gatto nero
 

Poveri gatti neri, accusati di portare sfortuna tanto che, quando incrociano la nostra strada, ci vedono puntualmente cambiare direzione. Il gatto era considerato come una divinità dagli antichi egizi che, udite udite, portava pure fortuna. Ma la leggenda narra che, secoli dopo, il regno di Re Carlo I cadde proprio per la morte del suo gatto nero: una superstizione nata da un felino d'alto rango.
 

Superstizioni, il significato: la scala
 

"Non camminare sotto le scale, porta male!". Quante volte l'abbiamo sentita dire questa frase non capendo cosa potesse succederci. Ovviamente non ci succede nulla, ma una scala appoggiata al muro forma, in modo astratto, un triangolo: nell'antico Egitto era considerato un simbolo sacro e passarci in mezzo sarebbe stato un sacrilegio. Nel Medioevo, però, una scala poteva ricordare il patibolo: camminarci sotto era come vivere la propria esecuzione.
 

Superstizioni, il significato: il numero 13
 

Secondo la mitologia scandinava, 12 dei erano riuniti a cena quando il dio della guerra e del male, Loki, interruppe la festa uccidendo uno degli altri 12, Balder. Da questa leggenda nasce la superstizione sul numero 13.
 

Superstizioni, il significato: rompere uno specchio
 

Si dice che rompere uno specchio porti 7 anni di guai. Questo nasce dall'usanza per cui, nell'antica Grecia, veniva predetto il futuro di una persona osservando il suo riflesso nello specchio e no, un'immagine distorta non era decisamente di buon augurio. Ma anche i romani ci hanno messo del loro, in quanto erano convinti che chiunque attraversasse cicli alterni di salute e di malattia della durata di 7 anni.
 

Superstizioni, il significato: l'ombrello
 

Quante volte vi hanno sgridato se, accidentalmente, avete aperto un ombrello in un luogo chiuso? Il significato di questa superstizione è da trovare non in una leggenda quanto, piuttosto, nella vita quotidiana. In epoca vittoriana, infatti, i meccanismi degli ombrelli non funzionavano benissimo. E aprirne uno al chiuso poteva essere causa di svariati incidenti.

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati