Snapchat, perché non ha successo come prima (soprattutto in Italia)
Pop culture

Ma Snapchat ha ancora successo?

Complici il rilascio di una nuova versione e qualche tweet malefico, Snapchat sta perdendo (parecchi) colpi
Reading time 3 minutes

Snapchat è davvero una miniera d'oro? Stando a guardare le utlime evoluzioni, abbiamo qualche dubbio. Se il suo successo è stato incontrastato negli Stati Uniti, non ha mai attecchito allo stesso modo in Italia. I motivi possono essere molteplici, soprattutto se si pensa che, ora, la partita ha subito un'indiscussa battuta d'arresto: Spiegel, CEO di Snapchat, ha di recente fatto rilasciare una nuova versione dell'app che no, non è piaciuta a molti. E dopo aver ricevuto critiche dagli utenti comuni, il colpo finale lo ha dato Kylie Jenner con un tweet al vetriolo: "Qualcun altro non apre più Snapchat? O sono solo io...è così triste". E così Snap, la società di Snapchat, ha perso il 6,1% a Wall Street, bruciando 1,3 miliardi di dollari in valore di mercato. Tutto sembra dare un'unica risposta: Snapchat non funziona o, almeno, non lo fa più come prima. 
 

Snapchat, perché non ha più successo come prima
 

Un social veloce, immediato, che ha fatto dei contenuti a scadenza la sua bandiera fino a quando...fino a quando Zuckerberg non ha ben pensato di trasferire i contenuti a scadenza su Instagram e su Facebook, facendo diventare le stories lo strumento più usato del 2018 e cannibalizzando Snapchat. Perché, va detto, il volume di utenti su Instagram è nettamente maggiore a quelli di Snapchat: perché continuare a utilizzarlo se si può fare la stessa cosa su Instagram? Una domanda che si sono fatti in molti (e la risposta è pressoché ovvia). Altro punto fondamentale, la nuova versione dell'applicazione che non ha incontrato il riscontro positivo degli utenti, neanche di quelli più fedeli. Il feedback è che sia più difficile e macchinosa da usare rispetto a prima tanto che, alcuni, hanno addirittura lanciato una petizione per chiedere a Snapchat di tornare alla versione precedente. Risposta? Ci vuole tempo per abituarsi a questi cambiamenti. Nessuna retromarcia.
 

Snapchat in Italia: perché non ha successo come negli Stati Uniti?
 

Snapchat in Italia non ha mai attecchito davvero, anzi. Dopo un primo momento di popolarità, la bolla si è sgonfiata. Il motivo potrebbe essere legato al fatto che gli utenti italiani preferiscono Instagram. Secondo gli ultimi dati pubblicati dall’Osservatorio sulle Comunicazioni dall’Agcom, Instagram in Italia conta 14,6 milioni di utenti (ben 4,1 milioni in più in confronto a settembre 2016), mentre Snapchat è sceso da 1,9 a 1,6 milioni di utenti. La differenza dei volumi in termini di utenti è evidente e, siccome in Italia le tendenze digital, solitamente, arrivano dopo che negli Stati Uniti, potrebbe essere che il maggior momento di popolarità di Snapchat in Usa abbia coinciso col rilascio delle stories su Instagram e che, quindi, gli utenti italiani abbiano preferito non iscriversi affatto. 

Articoli correlati

Articoli consigliati