Pop culture

Qual è il significato dei modi di dire dialettali più famosi?

"Stà schisc", ma anche "a spìzzica e muddica": ecco cosa vogliono dire
Reading time 2 minutes

L'Italia è bellissima, e questa è un'indiscutibile verità. Perché se il nostro Paese è ricco di panorami mozzafiato e cucine locali pazzesche, lo è anche per quanto riguarda la lingua o meglio, le lingue. I dialetti italiani, infatti, sono forse la caratteristica che rende ancora più pittoresca l'Italia, talvolta incomprensibili, sicuramente curiosi. Esistono migliaia e migliaia di realtà linguistiche, dai dialetti settentrionali a quelli centro-meridionali, fino ad arrivare all'estremo Sud. Ma qual è il significato nascosto dietro i modi di dire dialettali famosi? Dal milanese al siciliano, tutte le curiosità.
 

Modi dire dialettali, significato: il milanese
 

Ancora usatissimo dai nonni milanesi, non è altrettanto diffuso tra i più giovani. Ma ci sono dei modi di dire del dialetto milanese diventati così famosi da essere conosciuti in tutta Italia. Esempi? "Stà schisc", letteralmente stai schiscio, si usa per dire a qualcuno di abbassare i toni, oppure di stare attento nel non sperperare il denaro e via dicendo. Ma anche "La buca l’è minga straca se la sa nò de vaca", un modo per dire che il completamento perfetto a ogni pasto non può che essere un pezzetto di formaggio. E ancora "Fà e desfà l’è tt un laurà", ovvero fare e disfare è tutto un lavorare. E nessun'altra frase potrebbe essere più calzante per descrivere Milano, inarrestabile e frenetica. 
 

Modi dire dialettali, significato: il fiorentino
 

Il dialetto fiorentino è forse il più antico d'Italia: inconfondibile l'accento toscano, così aspirato e particolare da essere uno dei più conosciuti di tutti. E che fa tesoro di errori grammaticali risalenti a secoli fa, come quando nel '400 s'introdusse il verbo spengere: "spengi quì coso", per dire di spegnere qualcosa, ma anche una delle espressioni più fiorentine che ci siano: "l'acqua della cannella", letteralmente l'acqua del rubinetto.
 

Modi dire dialettali, significato: il siciliano
 

Una lingua a parte, il dialetto siciliano, incomprensibile per il resto d'Italia. Se un siciliano vi dirà "a spìzzica e muddica", letteralmente a pizzichi e mollica, vorrà dire che siete fin troppo lenti. E se dovesse dirvi "a ti viu e un ti viu"? Vi sta dicendo che vi intravede soltanto e, in poche parole, che avete un atteggiamento defilato.

Articoli correlati

Articoli consigliati