Lifestyle

Perché è importante smettere di paragonarsi agli altri

Eccessivi confronti possono aumentare lo stress, l'ansia e persino causare depressione
Reading time 4 minutes

È nel nostro DNA credere che l'erba del vicino sia sempre più verde della nostra. L'atto di confrontarsi con gli altri è molto comune nella natura umana ed è una grande causa di insicurezza. Attraverso Internet, questo l'esigenza del confronto sta diventando sempre più sentita. 

"La tendenza al confronto rappresenta il percorso verso l'infelicità, perché in questo modo ci sentiamo inadeguati e inferiori e, a volte, anche offesi", spiega Patrícia Santos, specialista in Anger Management, della National Anger Management Association - NAMA da New York, USA. Secondo Patrícia, i confronti fanno prendere decisioni sbagliate, aumentare lo stress, l'ansia e persino causare depressione. L'esperta elenca di seguito alcune situazioni in cui confrontarsi con gli altri può essere molto pericoloso:

• Vedi il risultato, non lo sforzo.

Tutte le scelte hanno conseguenze buone e cattive.

1605107916259153 pexels photo 1363642
Foto: riproduzione Pexels

 

• Non sei l'altro

Confrontarsi con gli altri significa paragonare ciò che vedi negli altri a ciò che sai di te stesso. Le cose sembrano sempre migliori all'esterno che all'interno. Le persone spesso mostrano un'immagine che sembra migliore di come in realtà si sentano dentro. Inoltre, queste immagini non sono mai complete. Sii consapevole del fatto che anche gli altri sono esseri umani e che, come te, hanno punti di forza e di debolezza.

 

• Perdi tempo

Perché preoccuparsi di ciò che hanno fatto gli altri quando puoi migliorare te stesso? Il tuo obiettivo non è quello di essere tra i primi, ma semplicemente di essere il migliore possibile.

 

1605107916465699 pexels ann nekr 5799379
Foto: riproduzione Pexels / Ann Nekr

• Il confronto uccide la gioia del successo

Quando provi cose nuove, come i cambiamenti, c'è una gioia che deriva dai tuoi risultati. E' come se decidessi di iniziare a camminare e ti confrontassi con un maratoneta: non sarai mai soddisfatto dei tuoi risultati. Il primo passo è seguire il tuo ritmo, non cercare di vivere un ideale in cui "dovresti essere". L'accettazione è la chiave per la crescita.
 

 

1605107916716230 pexels maria orlova 4946635
Foto: riproduzione Pexels / Maria Orlov

• Non sei la persona con cui paragoni
 

Sei unico. Ognuno ha punti di forza e di debolezza diversi. Siamo tutti speciali nei nostri modi unici.

• Il confronto si concentra sulla persona sbagliata
 

Quando ti confronti con gli altri, ti concentri su cosa hanno fatto, cosa hanno ottenuto e cosa fanno. Ma non hai controllo su di loro, hai controllo solo su te stesso. L'unica persona con cui dovresti confrontarti è chi eri prima. Se stai migliorando, è tutto ciò che conta.

1605107916996695 pexels francesca zama 5277084 1
Foto: Riproduzione Pexels / Francesca Zama

"Quindi è importante essere consapevoli dei propri pensieri quando ci si paragona ad altre persone. La vita non è una competizione, ma un viaggio", sostiene l'esperta. Secondo lei, devi usare tua energia per credere e non dubitare di te, per creare e non per distruggere. "E infine, tendere a concentrarsi di più su se stessi, sul costruire il proprio percorso, perché in questo modo si potrà condividere una versione di se stessi con il resto del mondo".

Tags

ansia
insicurezza
paragoni
stress

Articoli correlati

Articoli consigliati