Fashion Week

Focus sulla Regione Sicilia al WHITE Milano

Quando il Made in Sicily e l’artigianalità italiana sfidano l’internazionalizzazione
Reading time 2 minutes

WHITE è da sempre promotore di nuovi brand ed allo stesso tempo sostenitore di marchi già consolidati, supportandone la fase di espansione e di distribuzione. Lo fa guardando alla qualità delle proposte delle piccole-medie aziende, in un’ottica di internazionalizzazione dell’artigianalità e della sostenibilità delle imprese italiane ed anche internazionali. Infatti Massimiliano Bizzi -founder di WHITE- sostiene che il low cost sta crollando poiché non è più sostenibile e che il Made in Italy ed il savoir faire italiano faranno la differenza nei modelli produttivi. 

Quest’anno WHITE collabora con la Regione Siciliana - Assessorato delle Attività Produttive, presentando al Tortona Fashion District di Milano 41 marchi siciliani daI DNA artigianali. “La collaborazione con WHITE fa parte della più ampia strategia della Regione Siciliana che punta a sostenere le imprese nell’affrontare con successo la sfida dell’internazionalizzazione in un mercato sempre più competitivo e selettivo che però apprezza il Made in Italy e in particolare il Made in Sicily” afferma Girolamo Turano, Assessore alle Attività produttive della Regione Siciliana. Tra i brand di abbigliamento siciliani presenti alla fiera spicca Cettina Bucca. La designer, da 25 anni nel settore, si ispira alle fiabe dei fratelli Grim, alla spiritualità e all’esoterismo. Con il suo team crea abiti dalle stampe fiabesche, giacche e scarpe di velluto che dimostrano la grande sartorialità del marchio. Per quanto concerne gli accessori, il brand Vitussi propone borse artistiche dai manici scultorei a forma di rubinetto e borse rivestite di prato. Nella sezione gioielli, Giuliana di Franco si distingue per la sua produzione fedele ai simboli culturali e naturalistici della Sicilia, come i carretti, i limoni e le teste di Moro. 

Articoli correlati

Articoli consigliati