Fashion Week

Eleganza retrò e guerra agli stereotipi per l’ultimo giorno di London Fashion Week

Cala il sipario sull’Autunno-Inverno 2020/21 della London Fashion Week tra richiami al passato e ribellione al perbenismo
Reading time 1 minutes

Omaggio a Cecil Beaton da Erdem

Abiti che parlano una lingua del passato, ridefiniti con costruzioni oversize elaborate. La collezione Autunno-Inverno 2020-21 di Erdem, presentata nelle sale della National Portrait Gallery, è costruita asimmetrie che avvolgono il corpo. Le silhouette importanti traggono ispirazione dall’opera di Cecil Beaton, il grande fotografo inglese i cui scati di gioventù sono in mostra in quella stessa pinacoteca fino a giugno. Da lì Erdem Moralioglu parte per rivivere le sperimentazioni estetiche in cui Beaton e le sue sorelle si lanciavano, trasformandosi in personaggi fuori dall’ordinario, quando in casa restavano soli.  Nasce così una moda dall’evanescenza quasi magica, che tocca il cuore.

/

Il vento ribelle di Ashish

Ashish presenta la sua collezione Autunno-Inverno 2020-21 durante l’ultimo giorno di London Fashion Week. Lo stilista Ashish Gupta ha de tempo dichiarato guerra agli stereotipi, e anche per questa stagione si impegna a scardinare i preconcetti. A lui la perfezione la perfezione non interessa, anzi sulla collezione soffia un vento ribelle alle convenzioni e amico di tutto ciò che sa di inclusività. La maglieria domina la scena, ma anche le lavorazioni in pailettes e gli abiti lunghi decorati di piume.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati