Cahier de Couture

David M. Buisán interpreta Balmain

Dopo essersi laureato in Belle Arti, ha collaborato con diverse pubblicazioni di moda e non, tra cui Cinemania, Variety e The Guardian. Attualmente vive a Barcellona, dove lavora come illustratore a progetti editoriali come “Star Wars. Adventures in Wild Space”, pubblicato negli Stati Uniti, in UK, in Spagna, in Germania e in Francia
Reading time 2 minutes
Portrait illustrato di David M. Buisán.

Il femminismo delle donne Balmain viene espresso con i colori tenui dell'illustratore David M. Buisán. Soggetti simbolici affiancano le donne della collezione Spring Summer 2019, il risultato è la celebrazione della figura femminile vista come se fosse una divinità.

L’O: Considerata un’arte minore, l’illustrazione è invece un mezzo che ha resistito negli anni e che oggi continua ad affascinare, proprio perché in grado di fermare la bellezza cristallizzata in un attimo. Come si riescono ad esprimere sensazioni, gioie, turbamenti attraverso un tratto di penna?
DB: «Credo che il trucco sia osservare la realtà e ciò che causa quelle emozioni. Quale colore innesca quelle sensazioni, quali linee o forme ispirano quei sentimenti? Poi trasferire il tutto sulla carta è una questione di tecnica». 

L’O: Il potere dell’illustrazione è quello di non avere bisogno di parole o di traduzioni per veicolare un messaggio. In che modo ti ha conquistato e perché?
DB: «Mi sono interessato all’illustrazione molti anni fa, quando da bambini si impara ad esprimersi attraverso il disegno. Ora la fascinazione per l’illustrazione è ancora viva, è una lingua a se stante, con le sue regole e i suoi simbolismi, un codice con il quale creare degni enigmi e trasmettere dei messaggi».

L’O: Come è cambiata oggi l’estetica femminile nel disegno? E come è cambiata l’illustrazione di moda?
DB: «Credo che il più importante cambiamento nell’estetica femminile e nella sua rappresentazione attraverso l’illustrazione sia fortemente collegato al femminismo. Le donne non sono più oggettivate e il modo in cui gli illustratori le rappresentano è cambiata di conseguenza. Specialmente perchè al giorno d’oggi gli artisti non sono solo uomini».

Articoli correlati

Articoli consigliati