Woman

Chi sono i nuovi strateghi della moda digitale?

Nel nostro settore, le dinamiche del potere sono cambiate. È ora sui social network che ci si gioca tutto, compresi i posti più costosi per i professionisti più esperti.
Reading time 5 minutes

Sono "content manager", "responsabili di fashion partnerhips" o i primi trend setter del settore, e fanno bello e cattivo tempo nel settore della moda. Mentre oltre il 90% degli acquisti di lusso sono oggi influenzati dalle interazioni digitali, molte delle quali sono radicate su Instagram, è in questo settore che gravitano le nuove eminenze grigie? Grazie ad un fiuto innegabile e a rubriche di indirizzi lunghi come il tappeto rosso del Met Gala, ecco chi sono. 

"Si tratta di emozioni", dice Raven Smith. Questo direttore creativo freelance è anche un editor per la rivista Vogue in Inghilterra, dove decifra ogni settimana le novità della moda e della cultura pop con un umorismo tagliente e brillante. I suoi post su Instagram, dove ritrae la sua vita quotidiana in modo esilarante, gli hanno portato decine di migliaia di follower. A suo tempo commissioning director di Nowness, la piattaforma di video artistici di LVMH, consiglia oggi ai brand la giusta strategia digitale da adottare per raggiungere il proprio obiettivo. "Oggi giorno ci informiamo e navighiamo su Instagram" continua:"Assorbiamo così tanto contenuto in un giorno che un marchio deve riuscire a produrre il post su cui ci soffermeremo quando scorriamo l'applicazione. Tutto si basa su questo momento, molto breve, tra il momento in cui un post provoca un'emozione e quello in cui questa emozione attiverà l'azione che si vuole generare, che è cercare di saperne di più, affezionarsi al racconto della marca o comprare un paio di scarpe. "

Dominare il settore

Produrre questo tipo di emozione sul digitale è diventato un business a sé stante, a metà strada tra una creazione editoriale stimolante e pura strategia di marketing. Per occupare queste funzioni chiave, Facebook, Instagram o YouTube chiamano personalità che conoscono a memoria il mondo della moda e le sue ramificazioni. Mentre le vendite online dell'industria del lusso dovrebbero raggiungere 87 miliardi di dollari nel 2025 (secondo la società di consulenza McKinsey), queste persone devono padroneggiare i codici di comunicazione digitale, avere una visione rilevante di consumatori e una rete abbastanza ampia da utilizzare personalità che hanno un'influenza diretta sull'atto di acquisto: top-model, star maker come Virgil Abloh o Olivier Rousteing e, naturalmente, influencer, il cui mercato è valutato a un miliardo di dollari, secondo uno studio dell'agenzia di marketing Mediakix.

In questo circolo chiuso, Derek Blasberg è il re. L'autore e giornalista americano si è recentemente unito a YouTube come fashion and beauty director, una scelta altamente strategica per aumentare il volume e la qualità dei contenuti di moda della piattaforma. Con un CV che include Wall Street Journal, CNN Style, Vanity Fair e Harper's Bazaar, e amicizie con i più grandi nomi del settore (Bella Hadid, Karlie Kloss, Diane von Furstenberg ...), è uno dei più le figure più connesse - in tutti i sensi della parola - nel mondo della moda. Una rete che ha iniziato a costruire più di quindici anni fa, dal suo dormitorio di New York, che ha perfezionato producendo video dietro le quinte delle sfilate e partecipando a tutte le serate delle persone più influenti. L'importante è essere amichevoli, disponibili o, come ha recentemente confidato al sito Business of Fashion: "Felice di essere lì, e easy going" Un motto che lo ha issato agli uffici di YouTube dove "Il Truman Capote della sua generazione" (citazione del New York Times) occupa ora una delle posizioni più influenti del business.

Naturalmente, per consigliare ai grandi marchi buone strategie da adottare sui social network, è necessario controllare tutti i codici stessi e sapere come giocarsi con la propria immagine, almeno così come i propri clienti. Se credi al suo Instagram, Derek Blasberg è ovunque, assolutamente ovunque. A Los Angeles con Miley Cyrus o Katie Perry, a Parigi con Zendaya, a Londra con David e Victoria Beckham, che ha appena lanciato il suo canale YouTube.

L'arte della narrazione

"Instagram è diventata come una scuola di moda mondiale", afferma Eva Chen. Questo trentanovenne newyorkese sa di cosa sta parlando, è responsabile delle partnership moda della piattaforma Instagram, dove tutto inizia. Non esita a documentare tutta la sua vita, dai suoi viaggi alle settimane della moda alla sua vita quotidiana con i suoi figli. Una fashion insider dai suoi anni più giovani (era stata prima redattore della rivista Lucky, poi responsabile della bellezza per Teen Vogue ), ha capito che la chiave per aumentare il suo pubblico è dare alle persone l'opportunità di per accedere a un mondo che li fa sognare. "La moda ha sempre avuto questa mentalità di" Non puoi stare con noi ". Oggi tutti possono partecipare. Instagram ha dato a tutti l'accesso alla prima fila di spettacoli, consente di vedere come lavorano gli stilisti o come i modelli  sviluppanpo le proprie carriere. " Questo è il primo consiglio che dà ai designer: mostra cosa avviene nei backstage, inviare selfie, essere accessibili piuttosto che coltivare un'immagine troppo fissa. E pubblica, pubblica, pubblica ... "Devi essere attivo, iscriviti, commenta, rispondi ai messaggi privati. Le persone fashion consumer su Internet, aprono Instagram 32,5 volte al giorno e 500 milioni di persone usano quotidianamente "stories". Uno dei suoi più grandi successi è stato lo sviluppo di filtri personalizzati per i marchi, come quella che di recente ha permesso di provare un paio di occhiali Off-White attraverso il suo telefono. "Il mio ruolo è rispondere ai bisogni e ai desideri delle diverse comunità della moda per collegarli al mondo. (...) Questo mi rende una specie di terapeuta di Instagram. "

Articoli correlati

Articoli consigliati