International Watch Review

Daily Refinement

Una lettura del tempo non convenzionale. Grazie a cinque orologi automatici capaci di rendere raro il consueto
Reading time 3 minutes

Santos de Cartier 
Il nuovo orologio Santos de Cartier, uno dei protagonisti assoluti del Salone Internazionale dell’Alta Orologeria di Ginevra 2018 (SIHH), ci ha convinti appena indossato. Se è gratificante e intuitivo divertirsi nello scegliere fra i bracciali intercambiabili (dotati del geniale sistema QuickSwitch) il più adatto alla circostanza, l’acme espressivo dell’esclusività Cartier viene raggiunto nella configurazione media con cassa da 
35,1mm e bracciale d’oro rosa. Di prammatica la corona ettagonale con zaffiro sfaccettato. Movimento meccanico a carica automatica, calibro 1847 MC. 

Audemars Piguet Royal Oak “Jumbo” Extra-Plat
L’unica escursione informale in questa antologia di classici automatici è per la pietra angolare da otto lati dei solotempo sportivi di alta orologeria: il Royal Oak “Jumbo” Extra-Plat. Riferimento insuperato di audacia iconoclasta e finezza meccanica, è veramente se stesso quando veste d’acciaio inossidabile l’inconfondibile cassa (39mm di diametro, 8.1 di spessore) come lo sfavillante bracciale, e quando colora di blu il quadrante a “petite tapisserie”. Il movimento automatico extra-piatto calibro 2121 vanta uno spessore di soli 3,05mm. 

Chopard L.U.C XPS Rose Gold
Il connaisseur di alta orologeria ama i L.U.C Chopard. Una constatazione che non sorprende poiché rappresentano la virtù manifatturiera che prevale sull’evanescenza modaiola. E fra questi, l’XPS si segnala per il signorile understatement. Cassa d’oro rosa da 40mm, quadrante argenté lavorato sunray, piccoli secondi al 6, tutta la cifra formale ne racconta la discrezione. Il movimento a carica automatica calibro L.U.C 96.01-L, magnificamente rifinito e dal caratteristico microrotore, presenta due bariletti sovrapposti che garantiscono una riserva di marcia di 65 ore.

Rolex Oyster Perpetual Day-Date 40
Quintessenza di carisma Rolex, il Day-Date 40 in oro giallo sublima la tradizione di un orologio nato nel 1956, che oltre a perfezionare il sistema automatico di cambio della data, offriva per la prima volta l’indicazione completa in lettere del giorno della settimana. Oggi il Day-Date incastona in una fisionomia eterna e dalle proporzioni spiccatamente virili, un motore di livello assoluto. Il calibro automatico 3255, integralmente di Manifattura, è infatti certificato “cronometro superlativo”, ovvero abbina alla certificazione Cosc quella Rolex con movimento incassato. 

Tiffany & Co. East West Automatic
Il solotempo Tiffany & Co. East West veste di raffinatezza il polso maschile con uno squisito sapore anni 40. La cassa di forma (27,5 millimetri x 46,5) - rettangolare a una vista frontale e con un profilo dalla seducente curvatura – abbraccia d’oro rosa un luminoso quadrante guilloché con cifre arabe poudré sempre d’oro, il cui giro delle ore invita a una lettura del tempo post-convenzionale. Il movimento meccanico a carica automatica ammicca dal fondello con la propria viva massa oscillante. L’East West si assicura al polso con un morbido cinturino di alligatore color cioccolato. 

Foto Audrey Corregan
Styling Vanessa Giudici

 

Set designer: Claude Néron - Rose 
Assistente fotografa: Gyome Dos Santos
Operatore digitale: Brice Dossin

Articoli correlati

Articoli consigliati