viaggi

Dagli anni del Rosso sovietico a quelli del Bianco hipster

by Camilla Allegrucci
19.05.2017
Che fine hanno fatto le grandiose fabbriche moscovite degli anni ‘90 e dove trovarle

Negli ultimi 8 anni Mosca ha assistito ad un ridesign della propria immagine che l’ha vista interessata all’arte contemporanea, all'architettura metropolitana e all’eco-sostenibilità. Tematiche importanti che segnano grandi cambiamenti a livello culturale, storico ed fisico. WINZAVOD, ARTPLAY e GORKY PARK sono solo alcuni magici esempi dei progetti che rendono la capitale russa un centro giovane, interessante e veloce.

WINZAVOD unico nel suo genere, è un centro d’arte contemporanea in cui le diversità culturali trovano un linguaggio comune. L’idea nasce dal desiderio di fare del mondo un posto migliore. Winzavod raggruppa un grande numero di gallerie al suo interno e si fa promotore di Start, un progetto che supporta i giovani artisti russi. Perseguendo i suoi obiettivi, Winzavod rimane il centro più attivo nella vita artistica della capitale. Ogni giorno moltissimi eventi vengono ospitati nel territorio dell’ex fabbrica di vino: debut shows, concerti, esibizioni, festival internazionali, lezioni e wokshop pubblici, proiezioni cinematografiche e molto altro. Dal giorno della sua apertura, il centro ha ricevuto la riconoscenza di professionisti e del pubblico di massa. Winzavod è stato fondato nel 2007 e rappresenta oggigiorno il più grande centro di arte moderna in Russia. Nel passato la struttura ospitava una cantina ‘Moskovskaya Bavariya’, il termine Winzavod sta per ‘fabbrica di vino’, ora il territorio comprende 13 gallerie d’arte, agenzie pubblicitarie, compagnie di PR e comunicazione, saloni di bellezza, studi ludici e compagnie impegnate in attività di business-art.

Биеннале 2016-1.jpg
Биеннале 2016-4.jpg
Верю_3_2007.jpg
Выставка «Верю», 27 января — 28 марта 2007 года. Валерий Кошляков. Троллейбус, 2006. Инсталляция.jpg
И подо льдом течет вода_3_2010.JPG
И подо льдом течет вода_2010.jpg
Биеннале 2016-2.jpg

ARTPLAY Design Center, il primo art-cluster di Mosca, eè stato lanciato nel 2003 nel luogo in cui negli anni sovietici operava la fabbrica Red Rose. Oggigiorno è il principale luogo di ritrovo per gli amanti e i professionisti nel campo del design e dell’architettura.

Di incredibile bellezza sono infatti gli ambienti esterni che includono architetture originali, loft, cortili, terrazze e viste mozzafiato sul territorio circostante.

Ci si potrebbe scordare di trovarsi in una gigantesca metropoli russa. Al suo interno è possibile trovare non solo gallerie e stores, ma pub, bar, caffè e ristoranti insieme a musei, scuole di cinematografia e architettura, sale d’esposizione, uffici di multinazionali operanti nel campo del design.

 

IMG_5985.jpg
IMG_5989.jpg
IMG_4084.jpg
IMG_4102.jpg
IMG_4112.jpg
IMG_4150.jpg
IMG_5854.jpg

Il GORKY PARK fondato nel 1928 è considerato il simbolo della Mosca sovietica, i suoi enormi ingressi, con cancelli e colonne che sfiorano il cielo e i giochi d’acqua delle fontane principali sono segni rimasti dell'inizio del XX secolo. Anni ormai lontani in quanto l’aria che si respira al parco è già tutt'altra. Nel 2011 a seguito di un redeisgn completo, il Gorky è diventato il più celebre centro ricreativo ed ecofriendly della capitale, nonchè un’oasi urbana di tranquillità e il più grande parco e spazio sportivo e di attività all’aperto in tutta la Russia. I visitatori del parco si dividono principalmente in quattro categorie: amanti dello sport, amanti della musica e dei parties, persone che vogliono imparare e famiglie con bambini. Al suo interno è infatti possibile avere lezioni di yoga, salsa, aerobica ma anche guardare un film nei cinema all'aperto, sdariarsi e utilizzare la rete Wi-Fi gratuita del territorio, partecipare alle fiere di design, ai progetti di arte contemporanea, ascoltare musica dal vivo. L’obiettivo del nuovo Gorky è connettere la natura alla nostra anima, prendendo coscienza di ciò che è buono per noi e per l'ambiente. Generalmente gli eventi principali del parco sono divisi tr il periodo invernale e quello estivo e sono circa 1000 ogni anno. D’estate la stagione si apre già i primi di maggio, in cui è possibile osservare lo sbocciare dei nuovi fiori e germogli, il calendarioconsiste in un impegnativo ciclo di festival, concerti, eventi sportivi e per bambini. D’inverno, invece, la leggendaria pista di pattinaggio di 18.000 m2 viene istallata per circa 5 mesi. Al suo interno si trovano bar, ristoranti, spazi d’intrattenimento e bazar.

_I68_On8kdQ.jpg
0_8b6d3_6b9039_orig.jpg
0_8cc6f_9fefc61f_XL.jpg
BIm35MbUHrI.jpg
FaeYJAHXgUk.jpg
IMG_4250.jpg
Q5F8gZlurtc.jpg
TLMIQA_RSGc.jpg

Condividi articolo

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati