Hommes

La gabber eleganza di Les Hommes

Una collezione che è un inno alla città di Anversa e che si snoda tra sportswear, new tailoring e l’assordante estetica rave.
Reading time 1 minutes

Da sempre incastonata a metà strada tra Parigi e Amsterdam, la città di Anversa è stata nel corso dei secoli un crocevia di culture che hanno finito inevitabilmente per plasmarne l’identità e farla assurgere a culla dello sperimentalismo modaiolo. E’ partendo da questa fiera consapevolezza che i designers Tom Notte e Bart Vandebosch hanno deciso di dedicare alla loro città la nuova collezione di Les Hommes per la primavera estate 2020, esasperandone i vizi ed esaltandone le virtù. Il ciclismo da sport nazionale diventa concetto moda: uniformi da corsa e tessuti tecnici si alternano e si mescolano al tailoring moderno e impeccabile, reminenscenza borghese di quella abitudine, adorabilmente snobbish, degli abitanti delle Fiandre di farsi chiamare ancora oggi “Sinjoren”, appunto signori. A conferire al tutto una bomba di energia è l’omaggio alla cultura techno, che con i suoi rave psichedelici ha segnato la storia musicale del Belgio nel corso degli anni 90: i colori si fanno neon, la musica assordante, mentre scritte e slogan si fanno largo sulla passerella come autentici poster, dai top di maglia ai calzini. Interessante il focus sulle calzature: oltre alla rivisitazione delle stringate formali, opportunatamente profilate di colori fluo, fanno la loro comparsa sulla passerella le nuove sneakers con maxi suola, che vanno ad arricchire l’archivio degli amanti del genere.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati