Hommes

Jorge Luis Martínez: verso l'obiettivo dell'inclusione

L'atleta messicano è diventato un simbolo di cambiamento per la comunità LGBTTTIQ, trasformando il mondo dello sport messicano per sempre.
Reading time 3 minutes

Alzando due bandiere, Jorge Luis Martínez si è dichiarato vincitore messicano della medaglia di bronzo nei 300 metri ai Pan American Games del 2019 nella città di Lima, in Perù. Un pomeriggio di agosto che ha segnato l'inizio di una nuova tappa della sua vita, celebrando la sua vittoria con una mossa anche politica. Nella mano sinistra aveva la bandiera del suo paese mentre nella destra la dichiarazione pubblica della sua identità come parte della comunità LGBTTTIQ . Con un messaggio di inclusione, l'atleta, in modo quasi poetico, è diventato lo spartiacque per una nuova generazione di atleti che sono pronti a lottare per una medaglia più grande: l'accettazione sportiva. 

Nata a Hermosillo, Sonora, la passione per il pattinaggio è stata trasmessa da sua madre, che durante tutta la sua infanzia e adolescenza gli ha sempre fatto coltivare l’attività fisica. Il suo interesse per il pattinaggio in linea fu istintivo, un talento naturale che lo portò ad avere un singolare approccio alla disciplina. Il sostegno familiare per le sue decisioni è sempre stato incondizionato e non cambiò affatto, una volta fatto coming-out all'età di 22 anni. Tuttavia, durante il suo cammino per diventare campione del mondo, l'appartenenza alla comunità LGBTTTIQ ha iniziato a essere vista di mal occhio nel mondo sportivo in Messico, realtà in cui prevalgono il maschilismo e la etera normativitàsi pensava che l'esistenza di una figura apertamente queer poteva non piacere.

Questo lo ha portato a mantenere la sua vita personale separata dal pubblico: "Ero stanco di non poter essere veramente me stesso, di dover nascondere il mio orientamento sessuale come se fosse una cosa negativa, quando non lo è". Nel corso del tempo, le campagne pubblicitarie di grandi marchi dedicati al settore sportivo hanno abbracciato la comunità LGBTTTIQ attraverso grandi portavoce, ma chi sono le figure nazionali in quella comunità? «Ci sono atleti che hanno portato medaglie al paese e che sono membri della comunità LGBTTTIQ […] è necessario un messaggio di inclusione». Con questo scoop e l'adrenalina della competizione, Martínez fa il primo grande passo verso il cambiamento.

Il valore di Jorge Luis Martínez ha aperto lo spazio per l'educazione e l'accettazione per coloro che non hanno familiarità con la comunità LGBTTTIQ.

Essere il primo atleta apertamente gay del paese gli ha dato la responsabilità di essere LA voce del cambiamento per tutti coloro che lo guardano e lo ammirano sia dentro sia al di fuori dalla pista . Questa decisione, lungi dal pentimento, gli ha permesso di vedere il privilegio che aveva e che tutt'ora ha: "la mia famiglia, i miei amici e persino la mia squadra sono stati una costante fonte di sostegno, accettandomi indipendentemente da ciò che diranno". Il coraggio di Jorge Luis Martínez ha aperto lo spazio e l'accettazione per tutti coloro che non hanno familiarità con la comunità LGBTTTIQ , vocalizzando un messaggio di forza e speranza per coloro che vivono ancora in un mondo lontano dal privilegio di poter essere ciò che sono realmente.

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati