Hommes

Dior Homme AI 2016

L'appeal che Kris Van Assche ha conferito alle collezioni Dior Homme, cattura senza troppi filtri l'attenzione, proponendo un'eleganza decisa ed accattivante.
Reading time 2 minutes
/

L'appeal che Kris Van Assche ha conferito alle collezioni Dior Homme, cattura senza troppi filtri l'attenzione, proponendo un'eleganza decisa ed accattivante. La collezione autunno-inverno 2016 rappresenta un'ulteriore dimostrazione di come la raffinatezza ed anche un certo classicismo, possano sposarsi impeccabilmente con idee fresche e giovani, attraverso capi cult, imprescindibili per il guardaroba maschile più ricercato. Un'ispirazione rudemente punk, trasforma pezzi iconici mediante l'uso di dettagli, che non si accontentano di restare in disparte, imponendosi anzi quali assoluti protagonisti. Il rosso, il nero ed il grigio fungono da base per capispalla ed abiti formali: fantasie all-over, anelli metallici per un effetto imbracatura, zip oversize di ispirazione biker, rendono la collezione ribelle, seppur mantenendo, in un'atmosfera antinomica, l'allure dell'elegante uomo francese. Ma Kris Van Assche si prefissa l'obiettivo, aiutato in questo dai ritratti del fotografo Willy Vanderperre, di rendere quest'uomo, il cui concetto è così radicato nell'immaginario comune, riccamente multiforme e capace di accogliere esperienze di vita diverse, con piena e costante consapevolezza di sé. Proprio per questo i testimonial della campagna Dior Homme autunno-inverno 2016 sono così differenti: il rapper e trendsetter A$AP Rocky, il regista e fotografo Larry Clark, il giovanissimo attore francese Rod Paradot ed il modello francese Dylan Roques. Tutti, in modo unitario ed al tempo stesso complementare, emblema dell'uomo Dior, rigoroso ed innovatore anticonformista.

Articoli correlati

Articoli consigliati