Hommes

Dettagli tropical per la Primavera-Estate 2020

Le stampe jungle invadono le collezioni uomo. Dall’esploratore urbano firmato Larusmiani, playboy di Billionaire, fino all’artista bohémienne di Missoni.
Reading time 3 minutes

Quest’anno le grandi protagoniste sono le palme e le loro foglie, la fauna tropicale e i colori accesi che spuntano su camicie, T-shirt, spolverini, bomber in seta, shorts e cappellini. Un oasi di motivi esotici e stampe botaniche compaiono nella collezione di Larusmiani, dove il setting della presentazione era ispirato proprio al mondo della natura, con capi in tonalità della terra e chiari riferimenti allo stile coloniale, come la giacca Sahariana in cotone Sea Island, pensati per le avventure cittadine. L’eleganza si esprime con una svolta sportiva per un brand caratterizzato dal forte heritage sartoriale. Oltre ai pezzi heritage di completi formali giacca e pantaloni, compaiono zaini da trekking in pelle, sneakers e friulane in pelle, bomber jacket Botanicum in seta waterproof, sempre declinato in variante stampa tropicale. E una ventata di atmosfere porta a Miami Beach, in un mix tra kitsch, trasgressivo e caraibico, meta setting immaginaria della collezione Billionaire. Un playboy che ama l’oro più di tutto (la giacca con il motivo a lingotto ne è un chiaro messaggio), veste uno smoking con collo a scialle decorato con motivi floreali grafici e camicie in seta con stampa di fenicotteri e palme, che regalano un vibrante mood di estate, party e divertimento. La fauna esotica diventa anche protagonista di capispalla in pelli di serpente e coccodrillo, in abbinamento a slipper in total gold.
Barba un po’ trascurata e pipa in bocca nell'autoritratto del 1846, Gustave Courbet (il pittore dell'Origine del mondo) si fa portavoce di quello che sarà definito movimento bohémien, per definire le scelte esistenziali di chi preferiva l'arte e la libertà alla carriera, abbracciando non solo una scelta o un destino, ma un atteggiamento estetico che negli anni avrà diversi adepti. Dai poeti maledetti, ai pittori espressionisti, dalla beat generation a Serge Gainsbourg. Il celebre cantautore francese è infatti la figura a cui si ispira Missoni per la Primavera-Estate 2020. Un’artista dall’eleganza rilssata, che indossa capi sartoriali con input sportivi haute de gamme. Una selezione di doppiopetto a mezza fodera in lana leggera estiva e tessuti a maglia gessati o a scacchi-Principe di Galles. I cappotti non strutturati sono disegnati utilizzando un esclusivo tessuto in twill di cotone punteggiato, e anche su trench e camicie compaiono motivi esotici ed etnici. I trench con cintura sono realizzati in leggerissimi tessuti ikat a maglia o in tela di cotone stampata con una speciale finitura aloe vera che conferisce morbidezza al capo. La collezione è completata da una raffinata selezione di girocolli leggeri in maglia, con cardigan e maxi e polo in jacquard floreali, intarsi a motivi argyle, dégradés e iconici patchwork over-dyed di Missoni. Informalmente formale, spontaneo e anticonvenzionale. Questo il guardaroba exotic-elegant dell’uomo 2020. 
 

Billionaire 

/

Missoni 

/

Larusmiani

/

Articoli correlati

Articoli consigliati