Pop culture

L'arte incontra l'avventura nei libri di viaggio di Louis Vuitton

by Singapore
23.05.2017
Città del Messico, Tokyo e Hawaii sono illustrate nella nuova guida firmata LV.

Lo spirito di viaggio è parte integrante del DNA di Louis Vuitton, la casa di moda francese ha sempre lavorato a stretto contatto con artisti rinomati e promettenti sulle sue iconiche e altamente ambite guide di viaggio. Negli ultimi anni ha visto la collaborazione con i colleghi di Jean-Philippe Delhomme, Liu Xiaodong e Brecht Evens.

Per il 2017, Louis Vuitton intraprende un viaggio a Città del Messico, Hawaii e Tokyo attraverso gli occhi e nuove prospettive di tre nuovi artisti. 

Nicolas de Crécy - Città del Messico

La creatività corre nel sangue di Nicolas de Crécy, artista francese; I suoi fratelli Geoffroy e Hervé sono rispettivamente grafici e animatori. Ha guadagnato riconoscimenti con i romanzi grafici, tra cui Foligatto - una fiaba gelosa e grottesca del XIX secolo e Le Bibendum Céleste e Léon la Came - un racconto merlato satirico di tre generazioni di una dinastia di cosmetici.

Interviste agli artisti: Nicolas de Crécy, Città del Messico, Louis Vuitton

De Crécy è stato anche direttore artistico del cortometraggio animato premiato, La Vieille Dame et les Pigeons . Celebrato per le qualità poetiche ma sinistre del suo lavoro, è stato nominato artista in residenza a Kyoto, Villa Kujoyama nel 2008.

Esad Ribic - Hawaii

Saluto dal mondo dei fumetti, l'artista nato in Croazia, Esad Ribic è conosciuto soprattutto per il suo lavoro con Marvel. Dopo il crollo dello studio di animazione, impiegato durante gli anni '90, Ribic si infilò nell'industria americana dei fumetti, contribuendo a titoli di Dark Horse come Grendel e Star Trek.

Interviste di artisti: Esad Ribic, Hawaii, Louis Vuitton

Da quando ha fatto il salto a Marvel, nel 2010, Ribic ha tratto tutti i suoi lavori da Silver Surfer a Thor e agli X-Men. E' sia un penciller che un inker - relativamente rari nel fumetto mainstream - e l'estetica pittorica di Ribic lo ha reso un artista di copertina popolare, oltre al suo lavoro interiore.

EBoy - Tokyo

Il eBoy è un "collettivo di pixel art" formato da Kai Vermehr, Steffen Sauerteig e Svend Smital nel 1997. Considerando il consumismo e la cultura pop come fonti di ispirazione, il trio invita a collaborare alcuni dei nomi più grandi del mondo, tra cui Coca- Cola, Adidas, MTV, Amazon, L'Oreal, Nike e Levi's.

Considerati i padri dell'arte a 8 bit, i rapporti dei membri di eBoy condividono, con la tecnologia, la chiave per la loro visione meravigliosa e utopica: Sauerteig e Smital sono cresciuti nella Germania orientale prima della ri-unificazione e sono stati esposti solo ai mondi tecnologici; mentre un giovane Vermehr inquieto, nato in Germania, ma cresciuto in Guatemala, ha visto la tecnologia come fuga e un ingresso al mondo più ampio.

Interviste agli artisti: eBoy, Tokyo, Louis Vuitton
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-5.jpg
Louis Vuitton, Mexico City, Libro di viaggio
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-6.jpg
Louis Vuitton, Mexico City, Libro di viaggio
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-4.jpg
Louis Vuitton, Tokyo, Libro di viaggio
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-3.jpg
Louis Vuitton, Tokyo, Libro di viaggio
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-2.jpg
Louis Vuitton, Hawaii, Libro di viaggio
lofficiel-singapore-louis-vuitton-travel-books-collection-2017-1.jpg
Louis Vuitton, Hawaii, Libro di viaggio

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati