Pop culture

I film più belli che hanno fatto la storia del Festival di Cannes

I capolavori che hanno vinto la Palma d'oro e che non dimenticheremo mai
Reading time 4 minutes
Catherine Deneuve in Les Parapluies de Cherbourg (Courtesy of Youtube)

La 72esima edizione del Festival di Cannes, protagonista sulla Croisette dal 14 al 25 maggio 2019, porta con sé la voglia di scoprire i nuovi capolavori del cinema d'autore. E se quest'anno i film verranno giudicati dal presidente della giuria Alejandro González Iñárritu insieme a Elle Fanning, Maimouna N'Diaye, Kelly Reichardt, Alice Rohrwacher, Enki Bilal, Robin Campillo, Yorgos Lanthimos e Pawel Pawlikowski, sono diversi i film più belli della storia del Festival di Cannes. Da L'albero degli zoccoli a Les Parapluies de Cherbourg, i migliori di sempre (secondo noi).
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Viridiana di Luis Bunuel (1961)
 

Un film in bianco e nero, assoluto capolavoro di Bunuel che nel 1961 vinse a pari merito con L'inverno ti farà tornare di Henri Colpi. In Viridiana, la protagonista è una giovanissima novizia che, prima di diventare suora, passa del tempo con suo zio, l'ultimo parente di sangue che le resta. 
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Il gattopardo di Luchino Visconti (1963)
 

Tratto dall'omonimo romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il gattopardo di Luchino Visconti è un classico del cinema che è, a detta di molti, un capolavoro italiano che riassume in veste cinematografica il classicismo europeo toccando la letteratira, la musica e l'arte. Indimenticabile Claudia Cardinale nei panni di Angelica.
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Les Parapluies de Cherbourg di Jacques Demy (1964)
 

Guardardolo viene subito in mente un film ben più recente: Les Parapluies de Cherbourg di Jacques Demy è infatti l'ispirazione nascosta dietro l'acclamato La La Land. Una commedia musicale francese in cui ogni battuta è cantata e i colori hanno una parte da protagonista, al pari di Nino Castelnuovo e Catherine Deneuve.
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Blow-Up di Michelangelo Antonioni (1966)
 

Ispirato al racconto Le bave del diavolo di Julio Cortázar, Blow-Up di Michelangelo Antonioni vede nel cast personaggi del calibro di David Hemmings, Vanessa Redgrave e Jane Birkin. Bellissimo, drammatico e senza tempo, è considerato uno dei film più importanti degli anni Sessanta e un capolavoro del cinema d'essai.
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi (1978)
 

Tra le opere più note nel neorealismo italiano, L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi vinse la Palma d'oro nel 1978. Un film unico nel suo genere, visto che come attori furono chiamati dei veri contadini della provincia di Bergamo, luogo in cui la storia è ambientata. Girato in dialetto bergamasco, venne poi ridoppiato dagli stessi attori per la versione in italiano.
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Sotto il sole di Satana di Maurice Pialat (1987)
 

Tratto dal romanzo omonimo di Georges Bernanos, Sotto il sole di Satana racconta la storia di un prete (Gerard Depardieu) e di una donna che uccide i suoi due amanti. Come si evince dal titolo, Satana ha un ruolo importante in questa storia. Grazie a questo capolavoro di Pialat, la Francia si aggiudica la Palma d'oro per la prima volta dopo 21 anni.
 

I film più belli di sempre al Festival di Cannes: Pulp Fiction di Quentin Tarantino (1994)
 

Un cult, indiscutibilmente. Pulp Fiction ruvido, pieno di sangue, ma comunque artistico com'è nel segno di Tarantino. Primo film prodotto da una casa cinematografica indipendente a superare i 100 milioni di dollari d'incasso, portò al regista la vittoria della Palma d'oro nel 1994.

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati