Coachella: consigli utili da chi ci è stato - L'Officiel
Pop culture

Coachella: consigli utili da chi ci è stato

Di certo Coachella rimarrà un'esperienza divertente e diversa, da vivere e da ricordare ma sicuramente la realtà è differente dall'immaginario collettivo...
Reading time 3 minutes

L'anno scorsosono stata a Coachella. era una di quelle cose che volevo vivere in prima persona, per toccare con mano la cool attitude che circonda il festival più grande del mondo. 
Confesso che ne sono rimasta un po' delusa, non perchè non sia stato un bello spettacolo, anzi, Lady gaga è stata grande e anche Lorde e tutti gli altri artisti che si sono susseguiti sul palco per 3 giorni all'insegna della musica. 
Forse sta qui l'inghippo, il festival più cool del globo è un altro grandioso festival di musica e basta, dell'aria fashion che vedete nelle foto ci sono, praticamente, solo i post su instagram. 
Ma se anche volete imbarcarvi in questa avventura vi posso fornire qualche ottimo consiglio per vivere al meglio il Coachella. 

 

5 consigli, o forse più, per la sopravvivenza

Ricordate che il Coachella si svolge in un campo da golf in mezzo a un deserto, e i posti al riparo dal sole sono pressochè inesistenti a meno che non siate nella zona VIP. 
Il mio consiglio è arrivare dopo le 18.30, anche perchè è al calar del sole che suonano gli artisti migliori, e scegliere un hotel con piscina per passare la giornata. 
I tramonti però c'è da dire che sono uno spettacolo! 
L'outfit deve essere pratico, più che all'ultima moda, scarpe chiuse e comode e un golf o giacca per la sera, l'escursione termica uccide. 
Se anche voi sognate la mitica foto sotto la ruota panoramica con un campo, quasi, deserto alle spalle, mettetevi in fila, tutti si "litigano" la postazione migliore, e soprattutto, meno affollata per un post da far invidia agli amici. Vi consiglio di ritagliarvi un 20-30 minuti di tempo perchè ottenere lo scatto perfetto è un'impresa da vera influencer. 
Una fra le cose che più mi avevano incuriosito della fauna del mio hotel è il fatto che molti "abitanti" avessero molti bracciali/pass per i party al polso ma non quello di ingresso al Coachella stesso, dopo 3 giorni ho realizzato che probabilmente avevano capito più di me trascorrendo giornate al caldo e al sole di Palm Springs e la sera a divertirsi nei numeri parties-private concert che il calendario prevede. Imperdibili quelli di Moschino e il Neon Carnival powered by Lervi's. 
Ultimo advice è di certo quello di farvi uno schedule preciso per i concerti, sono puntuali come gli Svizzeri, e attenti a non farvi schiacciare dalle folle che si spostano in branco dal palco all'altro all'interno dei migliaia di metri quadrati. 


 

 

Articoli correlati

Articoli consigliati