Fashion

Tod's celebra la felicità con Alber Elbaz

Il gruppo di Diego Della Valle chiama il designer per immaginare una capsule che debutterà, con un primo drop, il prossimo 11 luglio. «Sono felice di tornare dopo due anni... e con questo progetto speciale ho voluto celebrare alcuni happy moments della vita»
Reading time 2 minutes

«Io e Diego (Della Valle, ndr) abbiamo tante cose in comune... Portiamo tutti e due il doppiopetto che non allacciamo solo perché sfina, ci piace mangiare e divertirci ma soprattutto amiamo la moda». Un emozionato Alber Elbaz racconta cosí il gemellaggio con Tod's per il progetto speciale che vede lo stilista israeliano, ex Lanvin, tornare sulle scene dopo due anni di assenza. La capsule, battezzato Tod's Happy moments by Alber Elbaz, è stato svelato ieri a Parigi in una giornata di celebrazioni. Tra sontuosi pranzi all'italiana, video funny con persone normali realizzati a Cinecittà e una grande party in serata. «Sono partito nella mia riflessione da alcuni happy moments che mi hanno colpito in questo viaggio... La gioia della famiglia e del ballo, la gioia di essere liberi e fare gli auguri a mamma per il suo compleanno», ha poi detto lo stilista, «Abbiamo lavorato su un concept semplice: forse le scarpe diventeranno le nostre auto del futuro. Parigi è un cantiere unico perché sta diventando una città a misura di pedone. E noi, in futuro, cammineremo sempre di più. Quindi l'idea è stata semplice: unire insieme una suola da sneakers con alcuni modelli di scarpe iconiche firmate Tod's». Il risultato della collezione arriverà in store il prossimo 11 luglio con un primo drop per poi debuttare a settembre con un secondo step del progetto. «Ho cercato di mettere un po' di gioia e un po' di divertimento alle scarpe», ha concluso lo stilista, che dopo Parigi porterà la collezione in giro per il mondo. «Come faccio sempre mi sono fatto ispirare dalle storie... Non da una foto o da un fotogramma di un film ma dalle storie delle donne, e anche di qualche uomo. Storie di passioni e di sentimenti che mi aiutano a sognare. E a creare». 

/
Happy to dance

Articoli correlati

Articoli consigliati