Fashion

Lo store invisibile di Bottega Veneta

A Shanghai, Bottega Veneta ribalta le regole del retail creando un pop-up shop dalle pareti riflettenti, per giocare con gli sguardi del pubblico, all’insegna della discrezione
Reading time 1 minutes

In questi giorni c’è uno specchio particolare nel cuore di Plaza 66, uno dei templi dello shopping a Shanghai. Bottega Veneta ha creato The Invisible Store, un pop-up shop aperto fino al 19 luglio che ribalta i canoni del retail come lo conosciamo. L’idea è quella di sovvertire il principio per cui i brand  devono mettere il più possibile in mostra la propria offerta, perciò lo spazio è stato progettato come un’installazione quasi invisibile, il cui esterno, realizzato a mano, riflette tutto ciò che lo circonda. Per scoprire gli oggetti, bisogna entrare, spinti da una curiosità giocosa, e lasciarsi avvolgere dalla sensualità sofisticata di un ulteriore gioco di specchi, perché all’interno le superfici riflettenti muovono la luce e il display creando un divertissement per gli occhi. L’operazione nasce dal desiderio di ribadire un valore fondante di Bottega Veneta, la discrezione, intesa come la gioia di vivere ogni oggetto come un piacere personale e non come uno status da esibire. Gli oltre 100 metri quadrati di The Invisible Store accolgono una selezione delle collezioni Uomo e Donna Pre-Fall 2020, tra abbigliamento, borse, scarpe, piccola pelletteria, occhiali e gioielli.

 

Articoli correlati

Articoli consigliati