Fashion

Chi c'è dietro Mansur Gavriel?

Il brand specializzato in borse è stato lanciato nel 2013, ma soltanto lo scorso anno ha esordito nel mondo delle sfilate prêt-à-porter e see-now buy-now.
Reading time 4 minutes

L'esclusiva intervista a Floriana Gavriel e Rachel Mansur, le regine creative di Mansur Gavriel.
 

A cosa ti dedicavi prima di lanciare Mansur Gavriel?
Floriana Gavriel: Ho studiato all'Università delle Arti di Brema, in Germania, prima di incontrare Rachel (Mansur) alla Rhode Island School of Design. Entrambe eravamo interessate alla moda, all'arte e al design. Rachel ha studiato tessuti, pittura e cinema io invece, moda, fotografia e un po' di graphic design. Quando abbiamo iniziato a lavorare, non volevamo concentrarci su una sola cosa, quindi abbiamo intrapreso strade diverse prima di passare all'imprenditorialità per fondare Mansur Gavriel.

Avete più di 547k di follower. Instagram è il vostro social preferito?
RM e FG: E' sempre stato il nostro primo strumento di comunicazione.

Sei dipendente dalle serie TV? o da qualcos'altro della cultura pop?
RM e FG: Siamo entrambe affascinate da Breaking Bad !

Il vostro regista cult?
RM e FG: Woody Allen.

Cosa ti ha fatto spinto ad entrare nel mondo della moda?
RM e FG: Quando ci siamo incontrate, nel 2012 a Los Angeles, abbiamo avuto una connessione molto forte sin dall'inizio. Così abbiamo deciso di lavorare insieme e sviluppare un concept per il marchio che non era solo incentrato sui prodotti, ma anche sul design, grafica, fotografia, esperienza di acquisto e vendita al dettaglio. Volevamo raccontare una storia. Per noi, un marchio è un punto di incontro di tanti elementi. Può essere espresso da diversi mezzi, a volte legati al prodotto stesso e, a volte, ad un'emozione, qualcosa di più astratto.

Avete esordito nel mondo delle sfilate la scorsa stagione a New York. Jeanne Damas e Laura Love erano in prima fila. L'abbigliamento è il prossimo passo per il vostro brand?
RM e FG: Sì, abbiamo sempre avuto in mente, sin dall'inizio, un universo con una gamma di prodotti multipli, e abbiamo sempre considerato il prêt-à-porter come una parte fondamentale del nostro percorso.

Artisti da cui prendete ispirazione?
RM e FG: Marc Camille Chaimowicz (a fianco una foto dalla mostra "Your place or Mine…" attualmente al Jewish Museum di New York), Philip Guston e Roni Horn.

Quali sono le ispirazioni della tua collezione primavera 2018?
RM e FG: Il sole, il mare, la natura. Un'emozione dolce ma audace...

La vostra griffe va al di là del concetto di moda. 
RM e FG: Abbiamo appena aperto il nostro terzo negozio a Los Angeles, in Melrose Place, insieme ad un caffè. Possiamo esprimere l'idea del nostro marchio anche attraverso la cucina, che è un mezzo del tutto nuovo per noi. Il menù segue gli stessi principi che guidano i nostri prodotti: qualità (al primo posto), semplicità, linearità insieme ad un mix vivace e vibrante. 

Quali sono le tue icone della moda?
RM: Mio marito.
FG: Mia madre.

Una borsa cult?
RM e FG: Il modello Circle Crossbody in pelle di vitello color sole.

L'album o il singolo del cuore?
RM e FG:I Want to Hold Your Hand dei Beatles, Blue Angel di Roy Orbison e Somethin 'Else di Cannonball Adderley.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati