Fashion

The Rebel Queen: Madonna

Impegnata, provocatoria, coraggiosa. Al di là delle mode che ha lanciato e dei milioni di dischi venduti, Madonna è unica per la sua incessante lotta contro gli stereotipi più retrivi e bigotti della società.
Reading time 4 minutes

Sono (tutti) così naïve/Non si rendono conto dei propri crimini.../ Noi lo sappiamo, ma non siamo ancora pronti ad agire/La tempesta non è nell’aria, è dentro di noi/Vi voglio parlare dell’amore e della solitudine, Ma si sta facendo tardi ora/Non udite, al di là del vostro cappuccio Supreme/che il vento ha iniziato ad alzarsi?” Finisce così la canzone “Dark Ballet” contenuta nell’ultimo album di Madonna, “Madame X”. Un messaggio forte, potente, che solo Madonna ha avuto la forza di liberare nel mondo. Il suo impegno nel sociale è pari solo all’assoluta disciplina che applica al suo lavoro in studio e sul palco, ed è sempre stato così. Quando mi è stato chiesto di scrivere questo testo, ho riflettuto a lungo. Conosco Madonna da moltissimi anni, è stata la protagonista di tre campagne pubblicitarie di Versace, ma più che il personaggio, io ho avuto la rara fortuna di conoscere la donna. Di parlare con lei non solo di lavoro, ma soprattutto di vita. Perché Madonna è estremamente colta, è preparata su praticamente ogni argomento, dalla musica, all’arte, alla politica, ai problemi ambientali. In questo suo ultimo disco ritrovo molto di quello spirito di protesta che era così forte allʼinizio del suo lavoro, quando la sua missione sembrava fosse quella di scandalizzare il mondo mentre il suo vero obiettivo è sempre stato quello di metterci di fronte a cose di cui, come società, non avevamo il coraggio di discutere. Per questa ragione, è sempre stata criticata, non compresa, sminuita, a volte insultata. Lei per tut- ta risposta in croce ci si è messa volontariamente. Durante il “Confessions on a Dancefloor” tour c’è un momento molto forte in cui lei entra in scena su un’enorme croce e con una corona di spine in testa e canta “Live To Tell”. Lei è di una bellezza – scusate il gioco di parole – divina. I monitor intorno a lei, invece, ci fanno vedere un conteggio.
Tutti si sono concentrati sul fatto che Madonna si fosse messa in croce per un’altra delle sue “provocazioni” – perché il mondo dell’intellighenzia non l’ha mai presa troppo sul serio. Una donna che osa alzare la testa e dire ciò che pensa? Che osa metterci di fronte al marcio che stiamo cercando di nascondere? Ma nessuno ha notato che, in realtà, il messaggio che voleva trasmettere era ben diverso. Quando il conteggio si ferma, ecco le informazioni che ti lasciano senza fiato, come un pugno nello stomaco, iniziano ad apparire. Si fa riferimento al numero di bambini che sarebbero morti da lì a pochi anni di HIV se la società non avesse fatto qualcosa per aiutarli, non solo con le medicine, ma con la pre- venzione, l’educazione, la discussione. In croce in realtà ci siamo tutti e, molti, non l’hanno ancora capito. “Madame Xˮ mi ha colpito molto. Io ascolto tanta musica, soprattutto quella che sperimenta con il sound. In questo album ho trovato non solo la sperimentazione, ma anche testi mol- to potenti, molto attuali. Ho ritrovato una Madonna non interessata a compiacere nessuno. Ho ritrovato la Madonna di “Like a Prayerˮ e di “American Lifeˮ, forse uno dei suoi album meno compresi. Recentemente “Like a Prayer” ha compiuto trent’anni e ancora oggi ricordo l’odore di quando ho aperto la confezione del CD. Nonostante lo stigma culturale che circonda(va) l’argomento AIDS, il disco era accompagnato da un testo in cui si richiamava l’attenzione sull’epidemia, che stava mietendo moltissime vittime, e sull’importanza di un’educazione globale su un problema che, infatti, avrebbe toccato tutta la società, ma che soprattutto chiedeva compassione e empatia nei confronti di chi ne era infetto.

Testo Donatella Versace
Foto Ricardo Gomes
Styling Eyob Yohannes
Hair stylist Andy Lecompte
Make up artist Aaron Henrikson

Le foto di Madonna sono state scattate durante le prove di "Madame X". Il tour, partito il 17 settembre alla BAM Howard Gilman Opera House di New York, arriverà in Europa il 12 gennaio 2020, con otto serate al Coliseum di Lisbona, Dal 26/1 al 15/2 Madonna terrà quindici concerti al Palladium di Londra, e quattordici, dal 18/2 all'8/3, a Le Grand Rex di Parigi.

Articoli correlati

Articoli consigliati