La capoeira secondo Avant-Toi - L'Officiel
fashion

La capoeira secondo Avant-Toi

L'Italia incontra il ritmo del Brasile
Reading time 2 minutes

Mirko Ghignone, fondatore di Avant Toi, ha chiesto ad Araike Severino Da Silva, giovane italo-brasiliano artista, fotografo e maestro di capoeira, di collaborare per una capsule all'insegna della danza e del ritmo. 

Un esperimento di creatività, un mix irresistibilmente coinvolgente come è la Capoeira stessa. 
I colori sono i non colori per eccellenza: bianco e nero. 
I tessuti quelli cari a Avant-toi, trattati in modo originale, come sempre.

Il tema è costituito da una serie di volti che rappresentano ciascuno uno stato d’animo, studi complessi dell’umano sentire realizzati con la speciale tecnica a mano del disegno a tratto continuo: capolavoro di capacità di indagare il profondo e sintetizzarlo con un apparente disordine, che in realtà è una visione d’insieme sempre presente a se’ stessa.

I disegni sono stati digitalizzati per stamparli sul bianco neve delle t-shirt di jersey di cotone e sulle felpe, anche fronte/retro, o su felpa agugliata su maglia e pantaloni sempre in felpa.
Tutti i volti ritratti sono stati anche riuniti in unica stampa sui candidi capi in seta stretch, giacca, pantaloni, shorts e t-shirt, e sull’abito-T-shirt in jersey di cotone: texture che grazie al tratto sottile si rivela di inaspettata leggerezza pur mantenendo intatta la suggestione emotiva.

Araike offre anche una variante sul tema, un ritratto a pennello grosso per un effetto di tridimensionalità molto caro al brand, su t-shirt e canotta di jersey di cotone.

Non mancano gli accessori cui Avant Toi riesce a imporre un’impronta unica: otto ampi foulard, dove, sulla base bianca di seta agugliata in una cornice di impalpabile cashmere, Araike disegna i volti oppure compone ampi colpi di colore a pennello o aerografo.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati