Fashion

AltaRoma: i giovani dell'Accademia Costume&Moda

Giovani designer crescono. Ad AltaRoma va in scena la sfilata dell'Accademia di costume e moda
Reading time 7 minutes

La moda è alla continua ricerca di nuove tendenze, idee ma soprattutto di talento. 
E ad AltaRoma, dove ai new designer ormai è riservato il palcoscenico principale, sfilano i migliori studenti dell'Accademia Costume&Moda davanti a una prestigiosa giuria di esperti del settore. 
Felici ed emozionati portano in scena tutto ciò che hanno imparato e soprattutto la propria estetica.

I Talents 2018 dell’Accademia Costume & Moda hanno portato in passerella quindici capsule collection uomo, donna e accessori in cui i neo-designer hanno messo in luce il lavoro di “cultura & ricerca”, “progettazione & creatività”, “prototipia & prodotto” che ha caratterizzato tre anni di studio per il Diploma Accademico di I Livello in Costume & Moda (180 CFA). 

Abbiamo voluto porre a tutti due domande identiche: 
Perchè vuoi fare lo stilista oggi?
Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
 

Per capire come si relazionano col passato e col proprio futuro. 


 

 

LIVIA ROMOLI VENTURI

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Essere una designer è sempre stato tra i miei pensieri, prima tra qualche disegno e schizzo di mano insicura poi attraverso il contatto con la realtà di questo lavoro frenetico, che si ciba di arte, cinema e costume. Ho iniziato ad affinare il tatto, l’olfatto per conoscere questo universo, e destreggiarmici come sua abitante. E un lavoro, una passione, che coinvolge ogni singola particella del mio corpo.

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
Lo studio mi ha fornito e mi fornisce continuamente indicazioni su come muovermi, e i grandi maestri del passato, a cui guardo con ammirazione e nostalgia, sono per me un avvertimento e insieme un incitamento a godermi il percorso, anche nelle sue difficoltà e fatiche, e a trovare sempre la forza ed il coraggio per esprimere tutta me stessa.

/

CRISTIANA GUAGLIANONE

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Perché penso che la moda , dopo la musica per la quale sono totalmente negata, sia la forma d'arte più vicina alle masse, la più diretta ed immediata. E l'arte è l'unico mezzo di comunicazione a permetterci di dire ciò che vogliamo o semplicemente proviamo senza alcun filtro se non il nostro .

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
Venendo in accademia di Costume oltre che di moda è scontato dire che il passato è il nostro maestro e giudice, le fondamenta senza le quali nulla esisterebbe . Ma il nostro compito è costruire oggi le fondamenta di domani senza mai smettere di imparare, dai contemporanei, da chi ci ha preceduto e da noi stessi .

/

CRISTIANA NAVARRA

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Per me è una necessità. Permette di esprimere la mia passione, personalità e creatività.
Oltre a questo uno stilista oggi deve avere un’approfondita conoscenza della filiera, cultura, buone capacità organizzative e di multitasking. Sento di essere tutto questo e migliorando nel futuro vorrei diventare una grande stilista


Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
Sono fonte di ispirazione ed uno stimolo per accrescere la mia fame di conoscenza. Guardando i grandi del passato e di oggi, mi spingo verso nuovi orizzonti attraverso ricerca, innovazione e sperimentazione.

/

EMANUELA VETRANO

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Beh i motivi sarebbero tanti ma per essere breve è perché vorrei dare spazio alle mie emozioni. Mettere su carta quello che ho dentro e credo pienamente che sia la carta vincente.

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
Guardo gli stilisti con ammirazione e interesse, dato che da ognuno di loro si può imparare qualcosa ed estrapolare interessanti concetti e dettagli. Come diceva Chanel “la moda passa, lo stile resta” ed è proprio così che guardo gli stilisti del passato, con occhi attenti e scrutanti.

/

FLAMINIA SEBASTIANELLI

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Questo mestiere ci permette di raccontare le nostre storie, le nostre idee, e alla base di questo però è necessario conoscere. La cosa che apprezzo di più, é la continua ricerca ed evoluzione, le idee arrivano in un pensiero e si sviluppano fino a divenire una realtà tangibile. Questo ci permette di esprimere la nostra visione del contemporaneo con uno sguardo puntato sempre verso il futuro. Credo inoltre, che la figura dello stilista, sia quello di saper interpretare le esigenze altrui riuscendo a mantenere salda la propria identità.

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
I grandi nomi per me sono sicuramente una fonte di ispirazione, un punto di riferimento nella storia, basti pensare a come ognuno di loro possa essere stato un pilastro di ogni epoca.
Non voglio utilizzare il termine passato o presente perché credo fermamente nel loro essere eterni, riuscendo ad essere sempre attuali ed innovativi nel tempo.

Guardo con stupore i grandi ma soprattutto i contemporanei e le loro creazioni; sono sicuramente un importante punto di riferimento. Ritengo anche, però, che chiunque voglia intraprendere questo percorso debba saper regalare qualcosa di sé e di unico nei suoi lavori.

/

GIACOMO PAVIA

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Perché realizzare ciò che si immagina nella propria testa è un po’ come trasformare un sogno in realtà. Al giorno d’oggi credo sia importante emozionarsi e questo lo si può fare anche attraverso un capo d’abbigliamento. Anche solo guardandolo, prima ancora di indossarlo.

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
"Siamo come nani sulle spalle dei giganti" come diceva Bernardo di Chartres appunto il passato ,come i grandi stilisti ,sono una grande fonte d’ispirazione ed insegnamento e ci fanno vedere oltre i limiti. La mia missione di designer è quella di reinterpretare il passato in una chiave nuova, attraverso le mie passioni e la mia personalità.

/

MAURO MUZIO MEDAGLIA

Perché vuoi fare lo stilista oggi?
Perché mi piace l'idea che il mio lavoro sia tutta la mia vita.

Con che occhi guardi al passato e ai grandi stilisti (passati e presenti)?
Guardo con rispetto ma anche con occhio critico per poter fare mia un'idea nei confronti della moda in generale.

/

Sara Pavani

Perché vuoi fare lo stilista oggi ?
E dura spiccare in questo mondo così affollato, ma tutti noi siamo sognatori e artisti, e spero che con tenacia e grinta chiunque abbia il talento riesca a farsi spazio fra i tanti nomi. 
La mia è una passione che ho scoperto di avere da piccola, non ho mai pensato di fare altro, ho sempre sperato di trovare una strada nella moda.

Con che occhi guardi ai grandi del passato e del presente ?
I grandi del passato sono come un archivio di idee, da guardare con occhi che risucchiano informazioni. E i grandi di adesso, allo stesso modo, si possono apprezzare o meno ma sono un esempio. C’è chi osa c’è chi crea in passerella nuovi concetti, così come chi magari non muta mai la sua immagine. Ma tutti, essendo grandi, li vedo come archivio da cui attingere informazioni.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati