Lifestyle

Open your eyes, il corto di Muccino per Azimut

Il regista romano ha raccontato il nuovo Magellano 25 Metri, celebrando il bello e l’arte come linfa dell’esistenza
Reading time 4 minutes

Presentato in anteprima assoluta a Portofino, il cortometraggio “Open your eyes” celebra il debutto del Magellano 25 Metri, il nuovo modello Azimut Yachts. Dietro la macchina da presa, un nome caro tanto al cinema italiano quanto a quello internazionale: Gabriele Muccino ha diretto le riprese e proiettato lo sguardo dello spettatore in una dimensione universale che accoglie la bellezza e l’arte che vivono in tutto ciò che ci circonda.

 

 

Magellano 25 Metri è uno yacht unico, un oggetto di intramontabile bellezza, lontana da mode e da tendenze passeggere, fatto per armatori che amano una navigazione rilassata ed elegante.

Uno yacht che, grazie all’estro dei suoi designer, Vincenzo De Cotiis e Ken Freivokh, è un oggetto speciale. Ed è per celebrare una realizzazione così insolita e particolare che Azimut si è affidata ad un vero maestro del cinema.

Nei suoi fotogrammi, il regista romano è riuscito a trasmettere il senso del progetto che sta alla base del Magellano. Le immagini raccontano infatti come l’arte e il bello possano rappresentare la fiamma che accende ed alimenta le emozioni e che addirittura fa nascere un amore.

Giovanna Vitelli, vicepresidente e artefice del nuovo corso stilistico del Gruppo Azimut|Benetti, ha dichiarato: “Sono davvero felice che un’idea nata per trasferire il fascino e l’unicità di questa barca, in un’epoca in cui le occasioni di presentazione sono sempre più rare, si sia concretizzata in un vero e proprio progetto artistico. Gabriele Muccino ha colto appieno lo spirito con cui il Magellano 25 Metri è stato pensato e realizzato e l’ha raccontato con grande poesia”.

Conosciuto e stimato come regista anche a Hollywood, Gabriele Muccino, due David di Donatello e un Sundance Film Festival Audience Award, ha mantenuto il cuore e la testa di un italiano, girando le sue pellicole sempre connesso alle radici culturali del nostro Paese, che diventano veicolo di accesso ad un mondo che esalta il talento e dà valore alla relazione umana diretta e profonda. È questa la chiave che ha permesso la collaborazione tra il regista e Azimut Yachts che, da sempre, si fa interprete del legame con l’artigianalità e l’eccellenza qualitativa del Made in Italy e lo esporta in tutto il mondo.

Conosciuto e stimato come regista anche a Hollywood, Gabriele Muccino, due David di Donatello e un Sundance Film Festival Audience Award, ha mantenuto il cuore e la testa di un italiano, girando le sue pellicole sempre connesso alle radici culturali del nostro Paese, che diventano veicolo di accesso ad un mondo che esalta il talento e dà valore alla relazione umana diretta e profonda. È questa la chiave che ha permesso la collaborazione tra il regista e Azimut Yachts che, da sempre, si fa interprete del legame con l’artigianalità e l’eccellenza qualitativa del Made in Italy e lo esporta in tutto il mondo.

Nato da un lavoro a sei mani in cui, Vincenzo De Cotiis, Ken Freivokh e il cantiere hanno unito la loro visione del bello, Magellano 25 Metri è un’opera che scivola sul mare, che ne diventa cornice. Perché l’arte ci stupisce all’improvviso, anche lì dove non ci aspetteremmo mai di trovarla. Una bellezza che si rivela e si fa ammirare in tante forme diverse, una costante che corrisponde a proporzioni armoniose che stimolano un’idea di gusto in cui subito l’animo si identifica.

“Open your eyes” — qui il trailer — è dunque un viaggio per le vie italiche della bellezza e si conclude con una meta del tutto inaspettata, che ci conferma che l’arte è testimonianza, che appartiene a chi la guarda e in essa ritrova sé stesso in una forma più elevata di felicità. Verrà proiettato in anteprima al Roma Film Festival, il 18 ottobre prossimo.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati