interviste

New Generation

by Tarcila Bassi
10.05.2018
Giovani, carini e super occupati!

Lucrezia Buccellati, Eugenia Bruni, Stefano Colombo e Lorenzo Boglione sono i figli di grandi realtà italiane nel campo della moda, del lusso e dello sportswear. 4 ragazzi svegli che stanno costruendo il futuro della propria azienda, con passione e dedizione. Li abbiamo incontrati per farci raccontare la visione dell'Italia e del proprio lavoro. 

Stefano Colombo, classe 1985, è il marketing manager della Manifattura Colombo che ha fra i suoi brand Lacoste e Colmar. 
Ragazzo sportivo, dal sorriso sincero, ci racconta con passione del suo lavoro e la sua opinione su Italia e sul futuro. 

LOI: Cosa vuol dire essere figlio di una grande realtà del mondo del fashion?
S.C.: Onestamente non ho mai dato peso né amato il fatto di essere figlio di. Da un certo punto di vista rappresenta un peso perché devi dimostrare ancora di più quello che vali e devi dare credibilità e contenuto alla posizione che sei chiamato a ricoprire. Credo che questa dinamica sia simile in diversi settori, la cosa più importante è essere consci dei propri limiti

e delle proprie capacità e cercare di investire su di esse.

LOI: L’Italia oggi è …
S.C.:Un paese eccezionale nella sua complessità. E’ la nostra forza e la nostra debolezza. Siamo una nazione giovane con un patrimonio storico e sociale immenso, viviamo di contraddizioni e di opposti, guizzi e impasse. Oggi è un paese vittima dei suoi egoismi e umori, incapace di fare sistema e soprattutto di costruire e ragionare nel lungo periodo. Dobbiamo riprendere in breve tempo un percorso virtuoso perché abbiamo la possibilità di sfruttare asset e patrimoni che altre nazioni non hanno. Voglio essere positivo e pensare che le future classi dirigenti possano invertire la rotta e cambiare marcia anche se al momento siamo fermi in folle da diversi anni e non abbiamo sfruttato situazioni congiunturali a noi estremamente favorevoli.

LOI:Cresciuto fra moda e sport, cosa cambieresti del tuo lavoro e cosa ami?
S.C.:Sono soprattutto legato allo sport.Mi piace l’idea di competere per migliorarsi, mi piace vedere che i sacrifici e gli allenamenti portano risultati, che il talento rende il gioco imprevedibile e che niente è scontato o regalato. La Moda è un mondo più lontano, affascinante e sorprendente. Mi piace il fatto che le regole(di stile) non esistono ma esistono solo le eccezioni (cit. Jovanotti), la possibilità di sovvertire i canoni, la ricerca e il fatto che la moda ha sì periodi di riferimento ma di fatto è senza tempo. L’unica cosa che cambierei forse, ed è legata ad entrambi i mondi, sono le regole commerciali internazionali. Sarebbe veramente bello poter lavorare in tutti i paesi con le medesime impostazioni (saldi, mark up, tasse, dazzi, …).

LOI:Come vorresti essere a 40 anni? E il futuro di Colmar come lo vedi?
S.C.:Facile dire in salute e felice… l’ambizione è quella di arrivare a 40 anni con l’idea di aver già messo basi importanti nel proprio percorso sia personale che professionale. Spero di poter voltarmi e dire che in questi anni ho contribuito a creare qualcosa di valore e soprattutto duraturo per me per le persone vicine. Colmar è difficile da prevedere dove possa essere. Abbiamo avuta una crescita esponenziale nell’ultimo (quasi) decennio e inevitabilmente questo ci pone davanti a sfide future importanti che dobbiamo affrontare con la giusta lucidità e visione. L’aspetto che però non cambierà è il DNA del Brand e l’etica dell’azienda. Sono le eredità più importanti che hanno lasciato le generazioni precedenti e che abbiamo il dovere di preservare.

LOI:3 parole per descriverti? 
S.C.:Concreto, responsabile, sportivo

 

Lucrezia Buccellatti è bella ed elegante, la noti perchè super chic ma in modo particolare. Ama il suo lavoro e soprattutto il jewellery world in generale, li compra e li indossa sempre. Per Buccellati crea oggi preziosissime collezioni che rappresentano l'animo moderno del luxury brand. 

LOI:Cosa vuol dire essere figlio di una grande realtà del mondo del lusso?
L.B.:Trovo che sia una grande responsabilità cercare di dare continuità e futuro ad un business  di famiglia nel mondo del lusso.

LOI: Creare per te significa…
L.B: Esprimere in modo del tutto personale emozioni e fantasie creando gioielli che fanno sognareLOI: Mi hai raccontato che vivi a NY, credi che in questo momento storico sia meglio vivere fuori dall'Italia? Ci sono più possibilità?
L.B.: Mi sono trasferita a NY quando avevo 20 anni per studiare al Fashion Insitute of Technology e lavorare part time in azienda. Dopo pochi mesi ho incontrato mio marito e

da quel momento ho iniziato a mettere le mie radici e a creare la mia vita qui. Sicuramente vivere negli Stati Uniti offre moltissime possibilità` sia nello sviluppo della propria creatività ma anche da un punto di vista lavorativo,  per questo trovo che sia importante per me vivere qui.

LOI: Che cosa ami del tuo paese d’origine?
L.B.: Amo tutto dell’Italia gli amici, la famiglia, la cultura e il cibo che qui a NY non ho.

LOI:Descriviti con 3 parole
L.B.:Estroversa, determinata,  indipendente 

Lorenzo Boglione, classe 1986, è cresciuto con la passione per lo sport e gli affari di famiglia: il gruppo BasicNet (Kappa, K-Way, Superga, Sebago e Robe di Kappa)
Oggi è VP Sales oltre che marito e padre felice, un bravo ragazzo che è riuscito a crescere in modo solido sia in termini professionali che personali. 

LOI: In che direzione sta crescendo BasicNet? 
L.B.:BasicNet sta crescendo molto, siamo particolarmente felici degli sviluppi dei singoli brand. 

C’è stato un grande ritorno di Kappa, KWay è sempre più protagonista e Superga è molto di moda. Inoltre, di recente, abbiamo acquisito Sebago, brand che troviamo particolarmente nelle nostre corde perché ha dei prodotti-icone come i mocassini e le bootshoes. Oggi lo sport è di moda. 

LOI: Come vedi la situazione attuale della moda in Italia. 
L.B.: I brand italiani stanno andando bene, c’è grande fermento, basti pensare a Gucci. La moda e lo sportswear in Italia stanno vivendo un ottimo momento che è testimoniato anche dal ritorno di marchi storici e dalla nascita di realtà importanti dello streetwear. 

LOI:Quanto la tecnologia sta cambiando il modo di vendere e il marketing delle aziende come la tua. 
L.B.: Il web è stato una rivoluzione e i social network sono un modo nuovo di comunicare, veloce e molto efficace per il consumatore finale.

LOI:Cosa vuol dire essere figlio di una grande realtà del mondo del fashion.
L.B.:E’ una grande fortuna poter far parte di questa famiglia, imparare ogni giorno da una persona preparata e speciale come mio padre, un uomo che ha fatto parte della storia italiana dello sportswear. Essere "figlio di" è allo stesso tempo una responsabilità ma anche una grande opportunità. 

Eugenia Bruni, figlia di Pasquale, è una donna forte e determinata, appassionata e sempre sorridente.
E' l'anima creativa dell'azienda di famiglia, disegna splendidi  ed opulenti gioielli, dando seguito così alla tradizione famigliare. 

LOI:Cosa vuol dire essere figlio di una grande realtà del mondo del lusso? 
E.B.:Quello che viene chiamato Lusso per me è ricchezza di emozioni, e vuol dire vivere in una  realtà che può esistere  solo con la passione e distinguersi attraverso il sentimento

LOI:Cosa ti ispira per creare i tuoi meravigliosi gioielli?
E.B.:La bellezza che ricerco nella natura e la donna la mia musa, tutto ciò che è terra , mare , cielo e tutto ciò che lega tutto questo...l’Amore

LOI:Ti penti di qualcosa del tuo passato? Avresti fatto scelte differenti?
E.B.:Non mi pento anche se non amo le cose facili e mi sono spesso complicata la vita, fare scelte differenti mi incuriosisce perché sono curiosa della vita e di imparare...

ma vivo d’istinto  ,una delle cose più importanti in cui credo e che ogni giorno è una rinascita preziosa ed è quello che cerco di trasmettere nella mia espressione creativa alle donne.

LOI:Il settore lusso/gioielli si sta riprendendo, cosa consiglieresti di fare per valorizzarlo di più? 
E.B.:Valorizzarne il valore!  Comunicare con le donna attraverso la bellezza. Il gioiello è il vestito più intimo di ogni donna, lo scegli o ti sceglie , lo vivi , diventa parte della tua vita e un talismano dal fascino irresistibile, un dettaglio che è espressione di se stessi in un aurea di luce.

LOI:Descriviti con 3 parole
E.B.:Libera di essere

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati