interviste

A day with Marco de Vincenzo

by L'Officiel Italia
31.03.2017
Tutte le ispirazioni raccolte cominciano a sedimentare e a trasformarsi in idee, mentre lo skyline della città mi circonda.

1

Da piccolo mi piaceva dormire avvolto dal buio totale. Col tempo ho scoperto la magia della luce che comincia ad entrare dalla finestra e ti prepara al giorno.

2

Fare attività fisica a casa, circondato dalle proprie cose, non mi deconcentra ma mi stimola. Anche la fatica ha un altro sapore.

3

Roma in primavera è uno dei motivi per cui ci abito da più di 15 anni. Nel tragitto da casa fino alla metropolitana mi lascio ancora conquistare dalla mia città.

4

Fendi; la prima parte della giornata è dedicata a lei. Nel suo nuovo Headquarters all'Eur, la luce e l'architettura compiono miracoli. Non resta che fotografarli.

 

5

Il treno è il mezzo di trasporto che preferisco, l'unico a rilassarmi davvero. La seconda parte della giornata è dedicata a Marco De Vincenzo, e Milano é quasi sempre la meta.

6

Immergermi negli archivi e respirare la creatività che mi ha preceduto è un'esperienza che mi ricarica. A Como ci sono posti carismatici come questo, dove perdere letteralmente il senso del tempo alla ricerca di ciò che ancora non conosco.

7

In Corso Italia 13, a Milano, c'è il mio ufficio. La giornata lavorativa si conclude lí, all'ultimo piano di un edificio che sembra una nave. Tutte le ispirazioni raccolte durante la giornata cominciano a sedimentare e a trasformarsi in idee, mentre lo skyline della città mi circonda.

8

Parte della mia famiglia vive a Milano. Spesso, la sera, vado a trovare mio fratello e le mie nipoti. E tutto magicamente rallenta.

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati