Food

Gli appuntamenti più importanti con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba

Showcooking, cene insolite e il mercato del tartufo: una piccola guida all'89ª edizione della fiera enogastronomica più importante del Piemonte.
Reading time 5 minutes

L’appuntamento più amato dai gourmand e dagli appassionati di tartufo ha dato il via alla sua 89ª edizione: la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba anima la provincia di Cuneo con un fitto calendario di eventi fino al 24 novembre. Quest’anno il tema della manifestazione è l’equilibrio perfetto: quello tra il prezioso fungo e l’uovo, che trova nel distretto delle Langhe Monferrato e del Roero la sua patria più fiorente, a cavallo tra osterie tradizionali e rinomate cucine stellate. Per l’occasione, saranno oltre 50 gli chef chiamati a valorizzare il Tartufo Bianco d’Alba all’interno dello spazio Alba Truffle Show, protagonisti di showcooking e laboratori immersivi. Non mancheranno anche degustazioni di vino e tasting di olio, alla ricerca dei migliori abbinamenti con il fungo piemontese più celebre. Abbiamo selezionato per voi alcuni degli appuntamenti imperdibili con il Tartufo Bianco:

I Foodie Moments — showcooking

Per tutta la durata della fiera, all’interno della Sala Beppe Fenoglio del Comune di Alba, chef italiani e internazionali si alternano in una serie di showcooking accompagnati da calici di Alta Langa DOCG. Andrea Ribaldone sale sul palco il 3 novembre, seguito il 10 da Andrea Berton e Paolo Griffa. Il 16 novembre è la volta di Terry Giacomello di Inkiostro e infine, il 23 Novembre, a poche ore dal gran finale della Fiera, è Philippe Leveillè di Miramonti l’altro a prendere posto ai fornelli.

Il Mercato del Tartufo

Tutti i sabati e le domeniche, fino al 24 novembre, si possono acquistare tartufi certificati all’interno del Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba nel Cortile della Maddalena. Qui i trifulau — i cercatori del prezioso fungo piemontese — raccontano le loro storie immersi tra i Tuber magnatum Pico.

Le Ultimate Truffle Dinner

Aperte al pubblico e a tutti gli appassionati del Tartufo Bianco d’Alba, sono due le charity dinner legate al progetto Breathe the Truffle. Il 24 ottobre e il 14 novembre, all’interno della Sala Beppe Fenoglio di Alba, si raccolgono fondi per la campagna di salvaguardia dei territori piemontesi: l’habitat naturale del Tartufo Bianco. Giovedì 24 ottobre lo chef Andrea Ferrucci del Marcelin di Montà cucinerà insieme al giovane chef Francesco Oberto, Patron di Da Francesco a Cherasco, mentre il secondo appuntamento vedrà all’opera due chef stellati come Maurilio Garola de La Ciau del Tornavento e Davide Palluda di All’Enoteca.

Le Cene Insolite

Non solo showcooking, e cibo. La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba è da sempre legata alla promozione dei luoghi storici e dei siti culturali della città. Con il format Cene Insolite, quattro venerdì sono dedicati alla scoperta di altrettanti spazi normalmente chiusi al pubblico come la sede della Famija Albèisa e il Centro Studi Beppe Fenoglio. La visita guidata si conclude con una cena a cura di Cristina Bowerman, i Fratelli Cerea, Christian e Manuel Costardi e Philippe Léveillé. Inoltre, all’interno della dimora La Bürsch sulle colline biellesi, l’8 novembre Martino Ruggeri, head chef del ristorante tristellato Pavillon Ledoyen di Parigi, cucinerà insieme a Eugenio Boer di Bu:r per un ristretto numero di ospiti.

Design e Tartufi

/

Alba è per l’Unesco una delle città creative per la Gastromia. E quale migliore occasione se non la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco per lanciare due nuovi prodotti di design firmati da una prestigiosa maison francese e un celebre chef italiano? Così quest’anno nasce Pepita, un prezioso scrigno di porcellana Limoges realizzato dalla Maison Raynaud, per conservare il fungo preservandone profumo e freschezza. Xfetta è invece il progetto di Davide Oldani: un nuovo affetta tartufi realizzato da Ambrogio Sanelli per realizzare un taglio di pochi millimetri, capace di valorizzare al meglio gli aromi del Tartufo bianco d’Alba.

Credits Immagini: Pepita - Luca Privitera, Xfetta - Mauro Crespi.

L’Atelier della pasta fresca

Per scoprire tutti i segreti dei piatti tradizionali come gli agnolotti al plin e i tajarin, ottimi da abbinare al Tartufo Bianco d’Alba c’è il format dell’Atelier della pasta fresca a cura di Walter Ferretto de Il Cascinale Nuovo di Isola d’Asti e Ugo Alciati di Guido Ristorante Villa Contessa Rosa di Serralunga d’Alba. Oltre a mettere le mani in pasta, i partecipanti degusteranno i propri piatti alla fine del laboratorio pratico.

 

Per maggiri informazioni sull’89ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba - www.fieradeltartufo.org

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati