Food

Cucinare in lavatrice con Sous la Vie

by Penelope Vaglini
08.05.2017
Da un progetto di design dello studente Iftach Gazit, si aprono nuovi scenari per la cottura degli alimenti sottovuoto.

Iftach Gazit, studente dell’Accademia di Arte e Design di Gerusalemme, ha ideato una nuova applicazione per la cottura sottovuoto degli alimenti, attraverso l’utilizzo di un packaging e di un elettrodomestico. Non si tratta della lavastoviglie e neanche del microonde, ma la nuova frontiera del sous vide si nasconde all’interno di una lavatrice: grazie a questo progetto infatti, è possibile cucinare mentre si attende che i propri vestiti terminino il ciclo della centrifuga, risparmiando così tempo e risorse.

Il giovane originario di Tel Aviv, ha realizzato un packaging in carta Tyvek resistente all’acqua, che chiude ermeticamente gli alimenti contenuti al suo interno, evitando che vengano a contatto con abiti e detersivi. Ogni contenitore ha una stampa illustrata che lo caratterizza con la ricetta da cucinarvi, mentre sul retro vengono spiegati i procedimenti per la cottura. Un’etichetta che emula le istruzioni di lavaggio dei capi di abbigliamento, riporta infine i valori nutrizionali del piatto.

 

Grazie all'indicazione dei tempi di preparazione, è possibile abbinare la cottura delle ricette a lavaggi differenti per durata e temperatura. Ad esempio, le verdure sono ideali con un ciclo breve per capi in cotone, mentre per cuocere dell’ottima carne si può optare per un programma più lungo, come quello per capi sintetici.

Questo innovativo esempio di design, oltre a sfruttare i benefici della cottura sottovuoto, evitando di disperdere sostanze nutritive, sapori e aromi, può influenzare le modalità di preparazione di alcune ricette, aprendo nuovi ambiti di sperimentazione per chef e cuochi amatoriali.

Image courtesy Gray design

Sous la vie Iftach Gazit Grey Design_4.jpg
Sous la vie Iftach Gazit Grey Design_1.jpg

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati