Food

Contatto

by Penelope Vaglini
04.10.2017
La designer italiana Giulia Soldati propone una nuova cultura culinaria attraverso un approccio fisico e sensoriale al cibo.

Essere food designer significa esplorare gli atti alimentari e indagarne l’essenza, capirne le gestualità e proporre esperienze che facciano riflettere le persone. Grazie a Contatto, progetto di laurea e oggi parte della professione di Giulia Soldati, la designer offre una chiave semplice e diretta per riappropriarsi del rapporto primordiale con il cibo.

A causa dei ritmi di vita frenetici e del bombardamento mediatico legato al mondo alimentare, troppo spesso ci troviamo a consumare il pasto in modo distratto, innalzando delle vere e proprie barriere tra noi e il cibo. Inoltre, le posate e i piatti, rappresentano un ulteriore ostacolo alla percezione della consistenza e della temperatura degli alimenti. Per mangiare in modo consapevole, è quindi necessario riprendere il controllo dell’atto alimentare, tornando ad apprezzare il profondo vissuto sensoriale del cibarsi.

“Oggi abbiamo innalzato barriere tra la nostra percezione sensoriale e il mondo che ci circonda. Contatto nasce per sfidare questa mentalità e le consuetudini alimentari che trascurano esperienze sensoriali essenziali. Da qui, l’eliminazione di alcuni elementi ritenuti non necessari, come piatti e posate.”

Così Giulia Soldati propone un modo di approcciarsi al food nel quale la mano torna a essere la protagonista dell’atto culinario, introducendo nuove gestualità: guida il cibo o, viceversa, viene indirizzata dagli ingredienti posizionati su di essa, creando una coreografia di movimenti.

Contatto Drawing 03.jpg

Chi mangia con le mani, diventa così parte del processo di completamento della portata, uscendo dalla propria comfort zone e riscoprendo il cibo tramite il senso del tatto. Il tuorlo di un uovo viene adagiato sul palmo e fatto oscillare per essere avvolto da sale, pepe e briciole di pane fritto, mentre sul dorso può essere ricreato un primo dai profumi mediterranei con olio, pasta all’uovo fatta in casa, salsa di pomodorini, olive, capperi e basilico.

Contatto 06_©Siavash Maraghechi.jpg
Contatto x The Big Now 07.jpg
Contatto x The Big Now 12.jpg

L’esperienza di Contatto ha viaggiato tra Eindhoven, Amsterdam, Colonia, Maastricht e Girona ed è stata presentata anche a Milano, città dove attualmente Giulia vive e lavora, collaborando con ristoranti, organizzando eventi e cene per privati.

http://contattoexperience.com/

http://www.giuliasoldati.com/

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati