Food

Chivas Brothers’ Whisky Sensology

by Penelope Vaglini
16.03.2018
Un viaggio alla scoperta di inediti abbinamenti tra Whisky e fine food con Alejandro Mazza, Luxury Whisky Brand Ambassador di Pernod Ricard.

Durante l’edizione 2018 di Identità Golose, Alejandro Mazza, ha moderato un interessante momento di degustazione,  illustrando le proprietà organolettiche di quattro tipologie differenti di Scotch Whisky (single malt e blended), abbinandole a cibi raffinati per esaltarne proprietà e gusto. 

Il Whisky, caratteristiche e tipologie

Il whisky si ottiene tramite fermentazione e maturazione di cereali in botte, che subiscono un processo di germinazione per poi essere distillati a seguito di periodi più o meno lunghi di maturazione. Per capirne le origini e le caratteristiche organolettiche, è utile fare un paragone con il vino, per il quale è ben nota l’importanza che il territorio e la tipologia di vigneto hanno nel determinarne caratteristiche e gusto. Anche per il whisky la provenienza è fondamentale, così come la tipologia di maturazione e la distilleria di produzione. Parlando di Chivas Brothers, ci troviamo in presenza di uno Scotch Whisky, così definito proprio grazie alla provenienza scozzese. Nel territorio delle Highlands, in particolare, viene prodotto quello che, sempre parlando in termini di vino, potrebbe essere definito come un gran cru. Il suo gusto leggero, fruttato e impalpabile, deve le sue note aromatiche alle piante di erica presenti sul territorio, differenziandosi dai classici whisky torbati scozzesi caratterizzati, invece, da sentori di affumicato. Infine, si distinguono tre tipologie di scotch whisky: il single malt, ottenuto dalla distillazione dell’orzo, il blended ricavato da più cereali differenti o dall'unione di distillati provenienti da diversi territori e infine il single grain, che ha origine dalla lavorazione di un solo grano.

Food pairing

Le note fruttate o affumicate degli scotch whisky si esaltano quando abbinate ai corretti alimenti, offrendo un’esperienza di degustazione davvero particolare. Alejandro Mazza, durante l’esperienza Chivas Brothers’ Whisky Sensology, ha così introdotto quattro diversi abbinamenti. Il primo pairing tra The Glenlivet Nàdurra First Fill Selection Batch FF0714 e ostriche Royale “David Herve” di Oyster Oasis, valorizza perfettamente le caratteristiche naturali dei due prodotti. I sentori di frutta di The Glenlivet si fondono con la sapidità iniziale dell’ostrica Royal, per poi abbinarsi nella dolcezza vanigliata e di nocciola del distillato, che abbraccia con morbidezza la nota vegetale del frutto di mare. 

Chivas Regal Extra Sherry Cask Maturation è invece un blended scotch whisky “extra” dal colore ambrato intenso e luminoso, invecchiato in botti originariamente usate per lo Sherry Oloroso. Viene abbinato al Salmone Selvaggio Affumicato di Alaska Seafood, tipico per la sua carne compatta e il sapore naturale e profondo. La dualità di profumo del blended scotch whisky, il sapore intenso di frutta rossa sotto spirito e la sensazione di astringenza quasi tannica, ripuliscono il palato dalla grassezza del salmone valorizzandone il sapore.

Chivas Regal 18 viene invece abbinato al prosciutto cotto Tartuf’ò Villani. Entrambi i prodotti hanno una carica gusto-olfattiva estremamente marcata e intensa che li rende complementari, donando una sensazione rotonda e avvolgente al palato. Chivas 18 con la sua nota di frutta secca e cioccolato, sostiene così la dolcezza del prosciutto al tartufo.

Infine, Aberlour A’bunadh, malt proveniente da piccoli lotti (small batch) e imbottigliato con un grado alcolico di 61°, si abbina perfettamente con il cioccolato Puro Nero de La Perla di Torino. Aberlour A’bunadh, infatti, riscalda il palato con una sensazione vellutata di frutta rossa matura, accogliendo il cacao e la morbidezza oleosa della nocciola del Piemonte, donando una vera e propria coccola di gusto per terminare con dolcezza l’esperienza di food pairing.

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati