Food

A Natale cucinando con la camicia

Le ricetteper le feste degli Chef in camicia
Reading time 2 minutes

Per creare il perfetto menù di Natale abbiamo incontrato gli Chef in camicia: Lello, Andrea e Niccolò, trio di giovani cuochi per passione. Negli anni i ragazzi hanno creato centinaia di ricette, libri, un app e soprattutto un grande seguito sui social. 

Chef in camicia, come mai questo nome?
Il nome nasce dalla volontà di rendere il lavoro dello chef un po’più alla portata di tutti. Ormai gli chef stellati sono visti su un piedistallo, sempre con la giacca e con un certo distacco. Da qui nasce l’idea di creare uno chef in camicia, che indossa l’indumento più classico per l’uomo, il capo d’abbigliamento per ogni giorno e per ogni occasione che è comodo, smart ma non rinuncia all’eleganza.

Qual è il vostro stile? Camicia a parte
Il nostro tone of voice è informale ed ironico ma allo stesso tempo competente, cerchiamo sempre di passare un messaggio nei nostri video, noi internamente chiamiamo questo genere foodtainment, che in parole povere vuol dire parlare di cibo intrattenendo.

E’ Natale: un pensiero!
Natale è la festa dell’abbondanza, ma questo non vuole dire che deve diventare un inno allo spreco, guardate online e cercate come riutilizzare ciò che avete avanzato.

Ci regalate un perfetto menù di Natale e una ricetta speciale per i nostri lettori?
Ti parlo del mio menù ideale, quello che non può mai mancare che mixa la tradizione a qualche influenza estera:
-Antipasti classici della tradizione: salmone affumicato, caviale, formaggi, sottoli e sott’aceti, patè e terrine e qualche crudo di pesce;
-Primo piatto: gli immancabili tortellini o anolini in brodo, un must che mi fa impazzire, con brodo rigorosamente di gallina;
-Secondo piatto: beef wellington un capolavoro di cui Gordon Ramesey si fa portavoce
-Dessert: non li amo, ma se proprio proprio il montebianco ha sempre il suo perchè

Quali sono i buoni propositi e gli obiettivi per il prossimo anno?
I buoni propositi per il nuovo anno sono di crescere ancora e diventare il punto di riferimento nel settore food a livello italiano, inoltre lanciamo la nostra piattaforma di e-learning con ambizioni internazionali fin da subito, insomma ci aspetta un anno di duro lavoro, facci gli auguri!

 

/

Articoli correlati

Articoli consigliati