fashion

Valentino Resort 2018

L’identità è una costruzione in divenire, che nel dialogo si espande, evolve, struttura. Guardare alla strada, con occhio limpido e animo romantico. Quello di Pierpaolo Piccioli che ha presentato ieri, a New York, la sua nuova Resort.

Indagare la diversità, viverla, raggiungerla. Dall’incontro con ciò che non ci appartiene nascono tessiture che cambiano il corso delle cose. I confini si fanno elastici, congiungendo culture e modi di essere antitetici: la grazia evanescente e la concretezza metropolitana; la spontanea geometria di Zandra Rhodes e la delicatezza floreale.

Lo sport come melting pot: un sistema di segni, un atteggiamento e un modo d'essere. Confini e limiti valicati, una nuova lingua che tiene il ritmo e detta gli accenti.

Rinnovata apparenza, medesima sostanza per trench, gonne a pieghe, track jacket e abiti: aumentare i volumi, far fremere le superfici. 

Decorarsi, per dichiararsi.  Abiti al servizio di modi di essere celebrano l’ampiezza accogliente della diversità.

VALENTINO RESORT 18 01.jpg
VALENTINO RESORT 18 04.jpg
VALENTINO RESORT 18 08.jpg
VALENTINO RESORT 18 09.jpg
VALENTINO RESORT 18 10.jpg
VALENTINO RESORT 18 11 DETT.jpg
VALENTINO RESORT 18 13 DETT.jpg
VALENTINO RESORT 18 13.jpg
VALENTINO RESORT 18 18.jpg
VALENTINO RESORT 18 21.jpg
VALENTINO RESORT 18 23.jpg
VALENTINO RESORT 18 31.jpg
VALENTINO RESORT 18 35.jpg
VALENTINO RESORT 18 37.jpg
VALENTINO RESORT 18 55.jpg
VALENTINO RESORT 18 59.jpg
VALENTINO RESORT 18 64.jpg
VALENTINO RESORT 18 66.jpg

Articoli correlati

Articoli consigliati