fashion

Iconic Eyewear

by L'Officiel Italia
22.12.2017
Ray-Ban è da sempre sinonimo di stile e sostanza, un mix grazie al quale da 80 anni a questa parte il brand è sulla cresta dell’onda.

Sarà per le forme delle montature che donano sia agli uomini che alle donne, sarà per il fascino della storia che è racchiusa in un paio di Ray-Ban, ma certo è che sono ormai un must.Il primo modello della storia è Aviator, creazione ispirata e richiesta da un ardimentoso pilota  di nome John A. Macready che per volare sempre più in alto necessita di lenti in grado di proteggerlo dai raggi solari. Declinato negli anni in differenti versioni, compagno fedele di divi del cinema e di rocker di tutti i tempi Ray-Ban Aviator è un pezzo fondamentale nell’armadio di chiunque.Ma non solo di Ray-Ban Aviator è fatta la storia del brand, grandi successi sono stati negli anni anche i Ray-Ban Wayfarer.Grazie all’uso dell'acetato questo modello è decisamente più complesso nella struttura, inoltre si presta a innumerevoli costumizzazioni, con i suoi angoli decisi diviene immediatamente un’icona.Il mondo del cinema consacra questo modello, indimenticabile è James Dean in Gioventù Bruciata  o Tom Cruise in Fuori i vecchi.Anche la musica ama i Ray-Ban Wayfarer, appaiono al naso dei Wham! in “Club Tropicana” e sul viso dei Ramones, un fascino a cui paiono cedere tutte le rock star. Con l’avvento del nuovo millennio i Ray-Ban Wayfarer si rifanno il look con montature dai colori decisi, pattern fantasia e abbinamenti audaci. Più recente ma che strizza all’occhio al vintage è il modello Ray-Ban Clubmaster che riporta in auge gli anni ’50 e le linee massicce dei ciliari di moda in quell’epoca.Una combo indovinata quella fra le linee spigolose e le lenti tondeggianti che rivediamo spuntare anche negli anni 2000 addosso a top model come Izabel Goulart e fashion insider e in un’inedita versione in alluminio.Ultima icona di Ray-Ban è senza ombra di dubbio il modello Round consacrato anch’esso dalla musica come simbolo di poeti e anime libere; la tipica montatura a cerchio basta a rievocare lo spirito anticonformista del  ower power. La moda dei ruggenti anni Venti torna in auge e sposa le tendenze futuristiche degli anni Sessanta, e gli occhiali rotondi entrano a far parte dello stile psichedelico: ne è un celebre esempio l’album Sergeant Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles.Ma l’evoluzione è dietro l’angolo e il modello si trasforma in Ray-Ban Hexagonal, la circonferenza diventa spigolosa donandole un twist moderno e audace.

Indimenticabili e sempre attuali, il tutto condito da un’anima trasgressiva rende i Ray-Ban l’occhiale più iconic di sempre.

ok secondo.jpg
Ray-Ban Reinvented Clubmaster Aluminum
ok secondo2.jpg
Ray-Ban Reinvented Hexagonal
ok secondo 3.jpg
Ray-Ban Reinvented Wayfarer Foldable
ok secondo 4.jpg
Ray-Ban Reinvented Clubmaster
ok secondo 5.jpg
Ray-Ban Aviator Leather Craft Ambermatic
ok secondo 6.jpg
Ray-Ban Reinvented Round
ok secondo 7.jpg
Ray-Ban Reinvented Aviator 1937
RB_Clubmaster_Aluminium_0RB3507.jpg
Ray-Ban Clubmaster
RB_Hexagonal_0RB3548N.jpg
Ray-Ban-Hexagonal
RB_Round_0RB3447.jpg
Ray-Ban-Round
RB_Wayfarer_Foldable_0RB4105.jpg
Ray-Ban-Wayfarer
RB_Aviator_1937_0RB3025.png
Ray-Ban Aviator

Condividi articolo

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati