Le icone di stile di ieri e di oggi: come sono cambiate?
fashion

Il confronto tra le icone di stile di ieri e di oggi

Audrey, Marlene e Jackie appartengono al passato (ahinoi). E oggi, quali sono le icone di stile?
Reading time 4 minutes

Ieri c'erano Audrey Hepburn, Marlene Dietrich, Jackie Kennedy. Oggi a essersi guadagnate la nomea di icone di stile ci sono Meghan Markle, neo sposa del principe Harry, ma anche Kristen Stewart e la sempre perfetta (fin troppo) Amal Clooney. Un tempo le attrici e le first lady si presentavano in ogni luogo impeccabili, pronte per l'obiettivo: indimenticabili le foto di Audrey Hepburn intenta a fare la spesa insieme al suo cerbiatto (sì, aveva un cerbiatto da compagnia). Capelli cortissimi fermati da un cerchietto, tailleur color pastello e ballerina d'ordinanza. Queste visioni, oggi, sono pressoché impossibili da osservare. Un po' perché, diciamolo, Audrey, Marlene e Jackie erano di un altro pianeta in fatto di stile. Un po' perché i tempi sono cambiati e, anche se non saranno mai altrettanto eleganti come chi le ha precedute, le icone di stile di oggi sono più umane. E, per questo, più arrivabili. Non manca Meghan Markle con l'abito stropicciato e lo chignon che non sta su, non manca Kristen Stewart un filo troppo punk, non manca Amal Clooney che, per essere sempre elegantissima, talvolta esagera un po' e stroppia. Il confronto tra le icone di stile di ieri e di oggi.
 

Le icone di stile di ieri e di oggi: Audrey Hepburn vs. Meghan Markle
 

Il sodalizio tra Audrey Hepburn e Hubert de Givenchy ha fatto la storia del costume, tanto da essere definito un matrimonio stilistico. Fu proprio Givenchy a disegnare l'abito da sera rosso indossato dall'attrice in Cenerentola a Parigi, fu sempre lui a dar vita a uno degli abiti più famosi di sempre: il tubino nero in Colazione da Tiffany. E se un tempo c'era lei, perfetta, eterea, di una classe infinita a dare un valore aggiunto alle creazioni del geniale Hubert, oggi Givenchy è tra le griffe più amate da Meghan Markle, duchessa di Sussex e moglie del principe Harry. L'abito da sposa con cui gli ha detto sì era firmato dalla maison (creato per lei da Clare Waight Keller, direttore creativo): il taglio del vestito, con scollo a barchetta, maniche a 3/4 e una semplicità infinita, si rifà appunto alle linee carissime al fondatore della griffe. E, dopo il matrimonio, Meghan ha scelto più volte di indossare le creazioni di Givenchy, non senza qualche piccolo intoppo. Pieghe e pieghette, intimo sbagliato ma tanta umanità in più rispetto all'inarrivabile Audrey. 
 

Le icone di stile di ieri e di oggi: Marlene Dietrich vs. Kristen Stewart
 

Vedere una donna con abiti maschili, oggi, è cosa normale (e di tendenza). Ma un tempo non era affatto così tanto che quando Marlene Dietrich sdoganò l'abito da uomo indossato da una donna, fece un grande scalpore. Occhi di ghiaccio, classe infinita e una sensualità androgina che ancora oggi affascina. Seppur con meno impatto rispetto a lei, anche nella contemporaneità abbiamo la nostra Marlene: Kristen Stewart, amante della moda maschile senza nessuna paura di mostrarlo. E, a conferma di quanto il suo gusto sia degno di nota, è tra le muse di Chanel e Karl Lagerfeld, testimonial della maison dalla doppia C in diverse occasioni e presente a tutte le sfilate. Un unico appunto, Kristen: meno punkettona, più Marlene.
 

Le icone di stile di ieri e di oggi: Jackie Kennedy vs. Amal Clooney
 

Sarà perché George Clooney non ha mai nascosto il sogno di diventare presidente degli Stati Uniti, ma Amal Clooney sembra essere la degna erede dello stile di Jackie Kennedy. Stesso amore per i tailleur, stesso aplomb da nobile senza avere sangue blu, stesso sorriso appena accennato. Ma se c'era una cosa che Jackie Kennedy non sbagliava mai, quella era la misura. E per misura non s'intende quella dell'abito, ma il saper comprendere quale fosse l'abito giusto per una determinata occasione. Ecco, forse ad Amal questo manca. Un esempio? Al matrimonio reale tra Meghan e Harry si è presentata con uno (splendido) abito giallo di Stella McCartney. Su un tacco 12. Con un cappello che, già di per sé, era protagonista. Più che pronta ad assistere a una cerimonia, sembrava che stesse andando a una première del marito.

Foto courtesy: Instagram @meghan_markle; @kristenstewartx; @amalclooneyofficial
 

Articoli correlati

Articoli consigliati