fashion

Balenciaga Prefall 2017

by Alberto Calabrese
27.04.2017
Un vintage che viene scosso con violenza, per perdere ogni polverosa anticaglia ed attingere alla fresca sorgente di una mente che ragiona per strutture sorprendenti.
1.jpg
2.jpg
3.jpg
4.jpg
5.jpg
6.jpg
7.jpg
8.jpg
9.jpg
10.jpg
11.jpg
12.jpg
13.jpg
14.jpg
15.jpg
16.jpg
17.jpg
18.jpg
19.jpg
20.jpg
21.jpg
22.jpg
23.jpg
24.jpg
25.jpg
26.jpg
27.jpg
28.jpg
29.jpg
30.jpg
31.jpg
32.jpg
33.jpg
34.jpg

La collezione Prefall 2017 di Balenciaga rinnova i propri codici estetici, ormai ben delineati da Demna Gvasalia, che però questa volta decide di proporli, rimarcandone lo spirito malinconicamente vintage. Un vintage che viene scosso con violenza, per perdere ogni polverosa anticaglia ed attingere alla fresca sorgente di una mente che ragiona per strutture sorprendenti. Il risultato è per questo moderno e al contempo rispettoso dell'imponente tradizione della Maison, con, a questo punto, l'immancabile predisposizione all'innovazione, alla quale Gvasalia ci ha abituati. 

Ad introdurre la collezione Prefall 2017 di Balenciaga è la giacca dalla sciancratura forzatamente marcata proposta in un elegante tailleur dai pantaloni ampi in vichy o in panno di lana dai colori neutri, che bluse in pizzo con lunghi colli lasciati a fluttuare, contrastano grazie alle nuances vigorosamente sature. La stessa struttura severa è declinata nei cappotti, che vengono presentati insieme agli ormai celeberrimi panta-stivali, ma in una nuova versione in pizzo. Gli abiti in seta sono lunghi e scivolati, con drammatici boa che incorniciano una diva dei nostri giorni; ma nella versione corta, sono modernissimi wrap-dress, con una classica allacciatura in vita, alla quale se ne aggiunge un'altra, al collo. Vera firma di Gvasalia per Balenciaga sono le stampe floreali che decorano le meravigliose bluse goffrate, abbinate iconicamente agli altissimi panta-stivali a stiletto in versione monocroma.

La seconda parte della collezione si incentra invece su un'attitude sportiva, con giacche in denim, bomber vichy e ampi parka, accomunati da un collo a fazzoletto ed abbinati a gonne plissé e cuissardes in tinte pop, decisamente sadomaso. Infine abiti di ispirazione scuba, con zip addolcite da cristalli che ricordano spille d'epoca rococò, su pantaloni con staffa in ton sur ton, affiancano duvet over con maxi colli a sciarpa. Imperdibili le mules con mini slash heel in raso brillante, così come le borse dalle dimensioni più disparate: la Bazar Bag, che oltre alle versioni con logo all-over e in morbida pelliccia, diventa piatta e versatile, ma anche la nuova doctor bag dalla bizzarra forma triangolare.   

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati