Fashion Week

Tom Ford e la moda del sorriso

Lo stilista americano omaggia Pat Cleveland e la cultura dell'ottimismo. Moda che fa stare bene e ci fa sorridere, lo racconta in un lungo messaggio personale al suo pubblico
Reading time 6 minutes

Tom Ford ha scelto forse il più originale dei modi per presentare la nuova collezione Spring-Summer 2021. Una lettera al suo pubblico in cui ha raccontato come, durante una quarantena che lo ha provato emotivamente, abbia pensato quanto fosse frivolo pensare alla moda. E poi l'illuminazione. Per quanto frivola ne abbiamo bisogno per un motivo diverso da qualunque ratio, per stare bene. Sorridere, danzare, truccarsi, guardarsi allo specchio e uscire, piuttosto che stare incollati al pc per interminabili Zoom call.

"Quando ho iniziato a lavorare su questa collezione, eravamo sotto stretto controllo. La pandemia di Coronavirus era in pieno svolgimento. I disordini sociali riempivano le notizie ogni giorno. Indossavo da settimane gli stessi jeans sporchi, camicia di jeans, maglietta e scarpe da ginnastica. Non uscivo di casa da mesi. Ero irritato quando ho avuto una riunione Zoom, perché significava lavarmi i capelli e forse tagliare la barba. A quel tempo, il pensiero di disegnare una collezione sembrava frivolo quando tante cose importanti e inquietanti stavano accadendo nel nostro mondo. I nostri negozi erano tutti chiusi e la moda stessa sembrava una stravaganza. Era difficile concentrarsi, concentrarsi ed essere ispirati. Le mie stanze per la campionatura in Italia e a Los Angeles sono rimaste chiuse per mesi. Onestamente non ero sicuro di poter fare una collezione anche se mi sentivo ispirato a farlo. Dato che tutto questo si trascinava dalla primavera all'estate e poiché penso che tutti potremmo sentire un peggioramento della depressione globale [sia finanziaria che psicologica], ho pensato di saltare del tutto la stagione. Dopotutto quando nessuno può uscire di casa, chi ha bisogno di vestiti nuovi? Se non puoi andare in ufficio, perché hai bisogno di un vestito nuovo? Se non c'è una cena o una festa a cui andare, perché avresti bisogno di un vestito nuovo? E i tacchi sembravano del tutto assurdi. Voglio dire, perché uno dovrebbe girare per il loro appartamento con un nuovo paio di tacchi o sedersi e istruire i propri figli su un paio di zeppe ingioiellate? Ho sentito che onestamente la moda avrebbe dovuto semplicemente andare in letargo per un anno.

Con il progredire di questa terribile pandemia e le agitazioni sociali diventarono ancora più sconvolgenti, i passaggi televisivi 24 ore al giorno ra CNN e MSNBC hanno iniziato a farmi sentire fisicamente malato, poiché le notizie erano sempre più terribili. Mi sono trovato sempre più attratto dai vecchi film di Hollywood su MTC o persino dal flusso costante di lavori di ristrutturazione in corso su HGTV, dove la soluzione a tutti i problemi della vita sembra essere "far saltare un muro" e creare "un'isola" in cucina. Molto semplicemente, mi sono ritrovato a voler scappare. Una volta che il blocco completo è stato allentato un po' a LA e ho potuto avere amici intimi più di 2 alla volta per una cena fuori a distanza sociale. Ho iniziato a pensare a un mondo leggermente più vestito. Un mondo ancora informale ma in cui avevo voglia di fare uno sforzo per vestirmi e ho notato che anche i nostri ospiti sembravano sentirsi così. Caftani [sì, vivo a LA] o abiti semplici e scarpe basse ma almeno è stato un inizio.

Anche gli uomini sembravano voler indossare una camicia pulita, un paio di pantaloni ben tagliati e lavarsi i capelli. C'era una luce alla fine del tunnel. O almeno una luce immaginaria: la speranza di un tempo più felice a venire. Questo è ciò che questa collezione è per me: la speranza di un tempo più felice. È ancora un momento un po' casual per quanto riguarda la moda, sicuramente è però il tempo in cui abbiamo bisogno di abiti che ci facciano sorridere. Abiti che ci facciano sentire bene con noi stessi. Uno tra i centinaia di programmi televisivi e film che ho visto negli ultimi sei mesi è stato un documentario sull'illustratore di moda Antonio Lopez. Questo film è uscito diversi anni fa, ma in qualche modo non ho mai avuto il tempo di guardarlo. È stato brillante e stimolante.

Sono stato il più ispirato dai sorrisi delle modelle degli anni '70 come Pat Cleveland o Donna Jordon. L'esuberanza di quegli anni, tra la pillola e l'AIDS, in cui la vita sembrava essere più spensierata. Ho avuto la fortuna di aver fotografato Pat Cleveland una volta e la sua energia mi ha lasciato letteralmente su di giri. Abbiamo finito di girare verso le 2:00 e mi ci sono volute ore per calmarmi abbastanza da dormire. Mi sentivo come se mi fossi fatto di cocaina tutta la notte e questo è stato anni dopo essere diventato sobrio. Pat è un'ispirazione. La sua energia è un'ispirazione. È gioiosa e stimolante. Anche il suo trucco degli anni '70 è stato d'ispirazione. Penso che mesi e mesi passati a guardare le persone su Zoom senza trucco, capelli sporchi e cattiva illuminazione mi abbiano fatto desiderare il piacere del trucco completo. Non solo volevo vedere sorrisi sui volti delle modelle, ma sorrisi con labbra completamente truccate. Ho optato per un trucco vivido in questa collezione, come espressione di gioia e felicità e un tipo di stravaganza che non è affatto stravagante poiché anche nei jeans e nel trucco può essere un modo relativamente economico per sentirsi come se forse ci fosse una festa da fare, e si va anche se non c'è. E ovviamente sembra fantastico su Zoom. Purtroppo, non è cambiato molto nel nostro mondo mentre mostro questa collezioni: i disordini sociali sono peggiori che mai e la pandemia sembra essersi semplicemente fermata per un momento in attesa di balzare di nuovo in autunno in quello che molti scienziati prevedono sarà un inverno apocalittico.

Si spera che un vaccino inizi a cambiare le nostre vite all'inizio delle 21. Quindi posso solo sperare che quando questi vestiti arriveranno nei negozi nella primavera del 21, sarà un periodo più positivo. Un momento in cui forse tutti possiamo tirare un sospiro di sollievo e iniziare a tornare alle nostre vite come le conoscevamo. Lo zeitgeist globale influenza sempre la moda e per me questo desiderio di una primavera piena di speranza, si traduce in abiti rilassati un po' classici, ma vestiti che mi fanno sorridere. Vestiti per divertirsi un po'. " TOM FORD

/

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati