Fashion Week

Versacepolis e il trionfo del mare

Il regno della Medusa va sott'acqua. Un viaggio nell'antica Grecia, con creature e colori del mare. Per uno stile relaxed-marine per lei e per lui
Reading time 3 minutes
/

Tra le rovine di una Acropolis e in un tripudio di stampe flora e fauna, la nuova collezione Primavera-Estate 2021 di Versace è un viaggio in un'immaginaria città sommersa. Una metafora per un momento di forte cambiamento e ritrovato vigore, dopo mesi di silenzio, negli abissi di un mondo sconosciuto, con il sale del mare lasciato sulla pelle e sugli abiti. Retaggio di quello che è stato, per non dimenticare ma per andare avanti. E per questa stagione le stampe di casa Versace sono in particolare dedicate agli abitanti dei fondali marini, e come in una realtà capovolta, le modelle e i modelli riemergono dall'acqua portandosi dietro le stelle marine coralli e conchiglie dell'iconico motivo Trésor de la Mer, ideato negli anni '90 da Gianni Versace. In particolare la stella marina è il simbolo della collezione: da stampa si fa ricamo di crop top, spilla che adorna anche i completi formal di lei e di lui, collanina e charm. Senza offuscare la Medusa, ovviamente, che campeggia sulle borse di tutta la collezione. E se per l'uomo Versace l'attitude sporty è sempre presente, con jumpsuit, bermuda e sneakers, il Versace-boy non rinuncia ai completi over giacca-pantalone; per la donna l'attitude è sicuramente più sleek, con colori sgargianti, e abiti bustier da sirena che ricordano i Delphos di Fortuny, con tanto di orli a onda che aggiungono un tocco di sensualità à la Versace. Lo show è un forte messaggio ad "uscire dal guscio" e imparare come navigare a vista questa nuova normalità: in questo l'abito è un medium capace di infondere sicurezza, energia e positività. Parola di Donatella.

 

IL MESSAGGIO DI DONATELLA VERSACE

“Mi avete spesso sentito dire che le persone che lavorano in Versace sono come una famiglia allargata per me. E ci si preoccupa e ci si prende cura della propria famiglia. Questo è il motivo per il quale abbiamo deciso di offrire a tutti i dipendenti a Milano e a Novara, dove si trova il nostro impianto di produzione, la possibilità di fare swab test gratuiti. Siamo una comunità e ci aiutiamo a vicenda, facendo attenzione alla nostra salute in questo periodo senza precedenti. Come sapete lo show che si è tenuto oggi era stato progettato come una sfilata normale, con la stampa, i buyers e le celebrities come ospiti. Tuttavia, dopo un’attenta riflessione, abbiamo deciso di farlo a porte chiuse.

Una sfilata Versace però è anche uno show e senza pubblico sentivo che mancava qualcosa. Le persone hanno lavorato così duramente per questa collezione, non solo disegnando i look, ma anche creando un’incredibile scenografia sottomarina. Per questo ho pensato che fosse l’occasione perfetta per regalare una bellissima esperienza a tutte quelle persone fantastiche che hanno lavorato con me per renderlo possibile. Il pubblico che avete visto seduto durante il live show non è quello che vedete di solito in sfilata. Per la prima volta ho potuto invitare il mio team e farlo sedere in prima fila. È difficile esprimere quanto io sia felice di sapere che erano lì a guardare il risultato del loro lavoro e che, anche solo per un momento, hanno vissuto il sogno che hanno aiutato a creare. Non c’è bisogno di dire che tutti i presenti hanno acconsentito a fare lo swab test e ad attenersi a tutte le misure di sicurezza per garantire una location sana e sicura.”

 

Donatella Versace

 

Articoli correlati

Articoli consigliati