Pitti Uomo: Herno L.I.B.R.A.R.Y. - L'Officiel
Fashion Week

Pitti Uomo: Herno L.I.B.R.A.R.Y.

Due ricorrenze speciali da festeggiare al Pitti Uomo.
Reading time 1 minutes

Raccontare la lunga storia di un brand non è mai facile ma se lo si fa con un ricco archivio di capi e installazioni diventa molto più coinvolgente. Per Herno il 2018 è un anno di anniversari, il 70 esimo dalla sua fondazione e il 50 esimo della sua presenza in Giappone. Ha affidato la commemorazione degli avvenimenti a una grande instillazione "L.I.B.R.A.R.Y." situata all’interno Stazione Leopolda, decorata per l'occasione con la fantasia degli studenti del Polimoda e dell’ Osaka Institute of Fashion. Occorre sciogliere l’acronimo per liberare la vera essenza del brand e la sua filosofia: Let Imagination Break Rules And Reveal Yourself. All’interno della grande opera – il cui titolo si estende su ben 100 metri di lunghezza – gli ospiti ripercorrono la storia dei prodotti cult; si inizia dall’iconico impermeabile, passando per il cappotto anni ’50 in cashmere double e il coat foderato con foulard a fantasia che introduce ufficialmente  nella sezione dedicata al Giappone. Nella stazione Leopolda domina un’atmosfera atemporale ricca di suoni immagini e coinvolgenti video clip tra cui “My Water Point Of View” che racconta l’ascesa di Claudia Marenzi nell’azienda di famiglia e le innovazioni che comportato ,come l’introduzione dei 200gr. L’acqua, elemento simbolo del brand, diventa la protagonista con una creativa installazione “Water Echoes” (progettata dallo studio Azzurro) e un’autentica cascata per sottolineare il lato ecosostenibile del brand.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati