Fashion Week

Il viaggio intergalattico di Jeremy Scott

Parrucche colorate, cuissard e colori neon, lo stilista porta in scena la sua Primavera-Estate 2020
Reading time 1 minutes

Un po’rock, un po’ pop, un po’ interstellar, nella sfilata newyokese di Jeremy Scott, che apre ufficialmente la NYFW, c’è un po’ di tutto.
Parrucche fluo anni 80 che ricordano le band dei cartoni animati giapponesi, trucco audace, forme voluminose, colore, pizzo, stampe animalier e cristalli.
Lo stilista di Moschino non si smentisce e porta in scena un altro capito della sua personale  e divertente saga, affronta con ironia la passerella presentando top corti con frange, minigonne spaziali, spalline intergalattiche, rouche, corsetti in pizzo e abiti da rock band. Le stampe sono un viaggio nel tempo negli anni 80: fluo, animalier, hawaiane. Fra gli accessori spiccano i tronchetti e i cuissard metallizzati che ricordano la rock band dei cartoon 80's Gem, perfetti con i mini abiti dalle maniche voluminose o con le tutine leopardate.
Dall’archivio di Franco Moschino, Jeremy Scott ha però imparato l’attenzione ai dettagli sartoriali e alle strutture quasi couture.
Nell’insieme la sfilata non ha deluso i fan del designer USA e ha come strappato un sorriso agli addetti ai lavori.

/
/

Articoli correlati

Articoli consigliati