Fashion Week

Le romantiche visioni di Molly Goddard

Rétro vibe e denim per bambole d’oggi
Reading time 1 minutes

Senza una pioggia di tulle, colorato, goffrato, per abiti e lunghe gonne a ruota non sarebbe uno show di Molly Goddard. Per la stagione Spring Summer 2020 la designer esplora territori di interpretazione sulla moda anni 30’ per gli abiti a sirena svasati, su quella delle cortigiane dell’800 con l’ampiezza dei volumi delle maxi gonne corte a palloncino. L'obiettivo principale era trovare modi per rileggere le silhouette, spesso esagerate, che sono diventate familiari nel suo repertorio. I nuovi pezzi apparivano leggeri senza sforzo, sostenuti da nuove tecniche di taglio del modello e stratificazione esperta con abiti trasparenti increspati, indossata sopra gonne fluttuanti o pantaloni  alla caviglia. Il tratto distintivo dei fiocchi applicati, compare anche sui look più casual, compresi i maglioni legati con un nastro che rivelavano una scheggia della parte superiore del braccio, abbinata a gonne a bolle con stampa micro-floreale delicatamente sollevate sul ginocchio. Goddard ha lavorato con il denim per la prima volta in questa stagione. Impreziosito da fiori tridimensionali e tagliato alla caviglia in cerchi sempre crescenti, l'abito in denim grezzo a taglio vivo sembrava avere la stessa eterea leggerezza dei suoi look in tulle. A spezzare questa favola non ton ci hanno pensato le borse a tracolla con le borchie, assaggio, si spera, di un imminente lancio della linea accessori. 

/

Articoli correlati

Articoli consigliati