La moda secondo Persian Idea - L'Officiel
Fashion Week

La moda secondo Persian Idea

La terra delle mille e una notte diventa il centro propulsore di una creatività che coniuga l’antico con il contemporaneo e il particolare con l’universale: un mix che crea un nuovo modo di concepire il fashion. 
Reading time 2 minutes

Arriva da lontano Persian Idea, ecosistema che mira a valorizzare la creatività nel settore moda in Iran e ad aprire le porte ad un dialogo tra Iran e il sistema moda internazionale, il punto di partenza sarà appunto l'Italia. 

Alla base dell'idea creativa del team iraniano sta il voler creare un approccio alla moda ad ampio respiro che coinvolga tutte le dimensioni del lifestyle; la valorizzazione dei giovani talenti e una visione della creatività quale mezzo per superare le divisioni di genere riportando al centro l'uomo nella sua dimensione umana; e, non ultimo, l'impegno verso l'eco-sostenibilità.
Particolare da sottolineare è il fatto che Persian Idea gestisce tutta la filiera produttiva: dalla creazione alla manifattura, grazie a tecnologie innovative. 

Alla 94esima edizione di Pitti Uomo, la società porta in passerella una sintesi delle culture e dei popoli che popolano il lontano oriente. Il risultato? Uno stile minimal, giovane che strizza l'occhio al sartoriale e che come prima cosa mette il rispetto profondo per la cultura del proprio popolo. 

Durante una press conference, super affolata, nella meravigliosa location del Four Seasons a Milano il ceo Javad Sedghamiz ci ha descritto così la sua innovativa avventura: "Dopo quanto ottenuto a Firenze, siamo orgogliosi di presentare il nostro nuovo progetto a Milano, che, oltre a selezionare i migliori talenti del nostro paese, presentandoli sotto il marchio Persian Idea, si basa su tre punti chiave. Il primo è quello di rispettare la cultura del nostro paese che è anche la nostra principale fonte di ispirazione. Poi vogliamo mettere in campo iniziative inclusive verso i paesi confinanti con l'Iran e infine offrire consulenza specializzata ai marchi stranieri che vogliono esportare da noi, visti gli studi e le ricerche compiute sul campo. È nostra intenzione investire sull'Italia e per presentare al meglio il progetto abbiamo nei piani l'apertura di un showroom in città, a cui seguirà l'opening di Parigi, con focus su proposte menswear e womenswear.”

Restiamo in attesa del secondo capitolo e del womenswear. 

/

Articoli correlati

Articoli consigliati