Fashion Week

Kim Jones collabora con l'artista Peter Doig per l'inverno 2021

Kim Jones continua i suoi stimolanti dialoghi creativi con le personalità d'avanguardia del mondo dell'arte. Per l'Autunno-Inverno 2021 tocca allo scozzese Peter Doig
Reading time 3 minutes

Kim Jones, direttore creativo per il menswear della  della Maison Dior, sceglie ancora l'arte come fiore all'occhiello della sua collezione, e per stagione Autunno-Inverno 2021 collabora con il pittore inglese Peter Doig. Jones rafforza dunque il sodalizio con il mondo dell'arte iniziato con la sua nomina nel 2018: le sue collaborazioni più recenti hanno visto protagonisti importanti riferimenti dl mondo dell'arte come il pittore ghanese Amoako Boafo e lo scultore americano Kenry Scharf (in questo caso l'unione era a tema street-art). Il direttore artistico del menswear Dior reinventa così un nuovo percorso di mix and mathc che guarda alla tradizione haute couture della maison Dior mischiandola all'universo ammaliante dell'artista britannico. I suoi ​​dipinti vengono trasposti sui capi, che diventano tele bianche punteggiate con ricami, jacquard e stampe in tinte vivaci. Una serie di cappelli disegnati dal mastro cappellaio Stephen Jones vengono anch'essi arricchiti da illustrazioni realizzate a mano da Doig, evocando i simboli chiave della sua immaginazione a fianco degli emblemi Dior: paesaggi naturali rarefatti, leoni e tigri. Gli accessori sono pensati per proteggere: boots da pioggia alti contro le intemperie, moon boot e stivaletti anti-neve, maxi sciarpe-coperta, prevalenza di borse shopper o maxi tracolle. Giacche da cerimonia militare, anche in versione cropped, revers evidenti, abbottonatura alta e colli alla coreana con l'aggiunta di uscite monochrome in azzurro cielo, il pantone prediletto da Jones per questa stagione. Il vibe della collezione, a partire proprio  dalle giacche e dai capospalla è anni 80', il vibe à alla Judy Blame e dei Blitz Kids è ancora molto evidente, con spalle over e pantaloni ampi, seppure non immune alle incursioni sport di windbreaker, pantaloni jogger e quel tocco french con il berretto d'artista. Non ci sono grandi messaggi sottesi, è semplicemente una collezione maschile bella da vedere, da indossare, non solo per lui. Kate Moss docet.

 

/
DIOR MEN FALL WINTER 2021

ABOUT PETER DOIG

Originario della Scozia, Doig è cresciuto tra Trinidad e il Canada, e l'educazione multiculturale dell'artista è palpabile nel suo lavoro. Nel 1979 si stabilisce a Londra per studiare pittura e da allora l'artista continua a reimmaginare costantemente i mezzi per raggiungere un significato profondo nell'arte divenendo al tempo stesso una delle figure più inventive del panorama dell'arte contemporanea. Noto per aver catturato paesaggi inquietanti nel suo lavoro pittorico, Doig ha sviluppato una tecnica senza rivali che abbraccia le tradizioni della pittura narrativa, l'astrazione e gli elementi contemporanei della cultura popolare, nozioni che risultano in affascinanti dipinti a colori.

Sotto uno sguardo davvero commovente, il pittore sviluppa storie visive che ritornano al rapporto dell'uomo con la natura. Nominato per il Turner Prize nel 1994, l'artista scozzese ha tenuto mostre personali alla Fondation Beyeler di Basilea, alla Tate Britain a Londra, al Musée d'art moderne de la ville de Paris, al National Museum of modern art di Tokyo e al Museo di belle arti di Montreal. Tra le sue opere più note ci sono dipinti di canoe, tra  cui White Canoe, venduto per 11,3 milioni di dollari da Sotheby's nel 2007. 

Articoli correlati

Articoli consigliati