Fashion Week

Gareth Pugh PE 2018

by Alberto Calabrese
22.09.2017
Pugh propone volumi generosi che diventano strutture protettive, issate dalla sua prorompente forza creativa.
GP_SS18_Look01.jpg
GP_SS18_Look02.jpg
GP_SS18_Look03.jpg
GP_SS18_Look04.jpg
GP_SS18_Look05.jpg
GP_SS18_Look06.jpg
GP_SS18_Look07.jpg
GP_SS18_Look08.jpg
GP_SS18_Look09.jpg
GP_SS18_Look10.jpg
GP_SS18_Look11.jpg
GP_SS18_Look12.jpg
GP_SS18_Look13.jpg
GP_SS18_Look14.jpg
GP_SS18_Look15.jpg
GP_SS18_Look16.jpg
GP_SS18_Look17.jpg
GP_SS18_Look18.jpg
GP_SS18_Look19.jpg
GP_SS18_Look20.jpg
GP_SS18_Look21.jpg
GP_SS18_Look22.jpg
GP_SS18_Look23.jpg
GP_SS18_Look24.jpg
GP_SS18_Look25.jpg
GP_SS18_Look26.jpg
GP_SS18_Look27.jpg
GP_SS18_Look28.jpg
GP_SS18_Look29.jpg
GP_SS18_Look30.jpg

La collezione primavera-estate 2018 presentata da Gareth Pugh durante la London Fashion Week assume una dinamica ciclica che aggiorna e rinnova le sue componenti, partendo da un punto che si perde, in quanto rappresenta al contempo l'inizio e la fine. Pugh propone volumi generosi che diventano strutture protettive, issate dalla sua prorompente forza creativa ed esposte su una ruota che, girando, ne evidenzia la continuità. Il rosso fluisce dunque dall'opacità e diventa metallizzato dopo aver attraversato le fiamme, per arrivare poi al nero che ne riprende tutte le forme, abbracciate da enormi fogli d'oro. 

Rigidità e fluidità sono quindi i due elementi centrali di questa collezione, che si alternano e si supportano a vicenda: ne sono un esempio la mantella scultorea che avvolge un morbido abito lungo, creando un profilo che ricorda un cuore possente. Il binomio si ripete nell'armatura di lisitni che si fonde con degli ankle boots amorfi, così come nell'imponente liquidità dell'abito in PVC. La morbidezza degli abiti "in fiamme" introduce l'accartocciato rosso metallizzato scelto per jumpsuit e abiti abbinati a cuissardes, che ne sembrano quasi un prolungamento. Il nero infine riporta agli albori, gettando ombre profonde sulle precedenti proposte purpuree, che comunque vibrano per potenza espressiva: su tutte il cappotto e il bolero che riecheggiano le silhouette dei samurai, decorati da luminose viti d'oro. Proprio l'oro chiude la collezione attraverso rigide lamine specchiate, strette in vita per diventare gloriosi top. 

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati