eventi

Un secolo di jazz

by Arianna Chierici
13.03.2017
La mostra celebra, a cento anni dalla prima incisione jazz su disco in vinile, un patrimonio visivo di grande vivacità attraverso cover, manifesti, locandine, cartoline e copertine di libri.

Da domenica 19 marzo a domenica 30 aprile 2017, Spazio Officina di Chiasso (Svizzera), adiacente al m.a.x. museo, ospita una mostra che, in occasione del centenario dalla prima incisione jazz su disco in vinile (1917), presenta cover e manifesti realizzati da grafici e artisti di calibro internazionale, a raccontare una nuova era e uno dei maggiori apporti culturali del Novecento per la sua estemporaneità.

La mostra consente di ricostruire la storia visiva di un fenomeno musicale e sociale attraverso la grafica e una vera e propria passione di molti artisti. Presenta copertine di dischi, manifesti che per la loro bellezza vengono riconosciuti come vere e proprie opere d’arte ma anche dischi, reportage fotografici, splendidi grammofoni della fine del 1800 e del 1900 (anche della famosa casa discografica “His Master’s Voice” ovvero “La voce del padrone”), strumenti musicali rari, spartiti e edizioni divenute celebri, punti d’ascolto e spezzoni di film, come il famoso “The Jazz Singer”, film culto del 1927 che segna la nascita del cinema sonoro.

Le cover e i manifesti jazz hanno coinvolto grafici e artisti di grande incisività, da Josef Albers a Max Huber, da Andy Warhol a Guido Crepax, che hanno proposto soluzioni cromatiche e compositive raffinate e innovative.

01_Jazz_0.jpg
Miles Davis, “Miles Davis and Horns”, Prestige LP 7025, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Don Martin (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
01_Jazz.jpg
The Billy Tailor trio, “Let’s get away from it all”, no. 2, 1957, 16 RPM, Ira Gitler (produttore e liner notes), Reid Miles (art director), Tom Carroll (art/foto)
02_Jazz_0.jpg
The Art Farmer Septet, “The Art Farmer Septet plays the arrangements and compositions of Gigi Gryce and Quincy Jones”, Prestige LP 7031, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Don Martin (Art Director)
02_Jazz.jpg
Jay Jay Johnson, Kai Winding, Bennie Green, “Trombone by three“, no. 4, 1957, 16 RPM, Bob Weinstock (produttore), Ira Gitler (liner notes), Reid Miles (art director), Andy Warhol (art/foto)
03_Jazz_2.jpg
Art Farmer / Donald Byrd / Idrees Sulieman, “Three Trumpets”, Prestige 7092, 1957, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Teddy Charles (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Reid Miles (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
03_Jazz.jpg
Grammofono, Dog Model, 1898, Foto Matteo Zarbo, Milano, Collezione privata
04_Jazz_0.jpg
Sonny Rollins, “Plus 4”, Prestige Hi Fi LP 7038, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Tom Hannan (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
04_Jazz.jpg
Grammofono prodotto da Franz Scheele nel 1910 a Horberg, nella Foresta Nera, Foto Matteo Zarbo, Milano, Collezione privata
05_Jazz.JPG
Gene Ammons, “All star sessions”, Prestige Hi Fi LP 7050, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Tom Hannan (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
06_Jazz.JPG
Miles Davis, “Blue Haze”, Prestige Hi Fi LP 7054, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock / Ira Gitler (Produttori), Ira Gitler (Liner Notes), Tom Hannan (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
07_Jazz.jpg
Frank Foster, “Wail Frank Wail”, Prestige 7021, 1956, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Reid Miles (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
08_Jazz.jpg
Hank Mobley Quintet, “Mobley’s 2nd message”, Prestige Hi Fi LP 7082, 1957, serie 446 W. 50th St., N.Y.C. Bob Weinstock (Produttore), Ira Gitler (Liner Notes), Reid Miles (Art Director) Collezione privata Stefano Wagner
09_Jazz.jpg
Etta Jones, “Love shout”, Prestige 7272, 1963, serie 203 Av., Bergenfield NJ Ozzie Cadena (Produttore), Dan Morgenstern (Liner Notes), Don Schlitten (Design) Collezione privata Stefano Wagner

Spazio Officina (Via Dante Alighieri 4), Chiasso (Svizzera)

19 marzo – 30 aprile 2017 

Orari

Martedì–venerdì, ore 14.00–18.00

Sabato–domenica–aperture straordinarie, ore 10.00–12.00, 14.00–18.00

Lunedì chiuso

 

Informazioni

t +41 91 695 08 88, info@maxmuseo.ch, www.centroculturalechiasso.ch 

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati