Design

Le impronte urbane di Élitis

by Penelope Vaglini
09.02.2018
L’azienda francese specializzata in carte da parati e tessuti per l’arredo, ha lanciato la collezione 2018 ispirata alle cromie del paesaggio urbano.

Impronte urbane è la nuova collezione lanciata a gennaio da Élitis in occasione di Maison et Objet Paris e presentata nello showroom milanese di via Savona. L'azienda francese specializzata in rivestimenti murali, carte da parati, tessuti e accessori per la casa, celebra quest’anno il suo trentesimo anniversario attraverso una sperimentazione inedita ispirata al mondo urbano.

In linea con le ultime tendenze di Interior Design, i tessuti sono raffinati ed evocano atmosfere femminili grazie alla loro estrema morbidezza e alle texture tattili e materiche, come il mohair a pelo lungo, il cuoio effetto seconda pelle, il velluto per un tocco retrò e la flanella calda e avvolgente. Lin Enchanté è una coppia di tessuti in lino che gioca con colori pastello e jacquard, mentre Nabab incorpora nella sua trama materiali sofisticati come fili metallici, velluti e ciniglia. Infine, interessante il concept di Abstraction & Figure Libre con forme modulari ispirate all’origami, che si alternano a tulle trasparente in un’applicazione ideale per tende dall’aspetto scultoreo.

Per rivestimenti murali e carte da parati, sono stati inoltre assemblati disegni e materiali differenti come legno e ricami su pelle. La serie Panama, accoppia quest’ultima con la paglia, mentre Domino è un tessuto-non-tessuto con pattern geometrici disponibile nelle tonalità della terra calde e luminose o più intense come il blu con accenti di turchese. Sperimentazioni anche con abaca e fili di seta intrecciati a madreperla e metallo, come nella serie Costa Verde, mentre Trancoso è un prezioso rivestimento artigianale composto da conchiglie, madreperla e tek riciclati in una scacchiera dall’aspetto unico.

28_Élitis_rivestimento murale Costa Verde_Alliances Contraires.jpg
00_Élitis_tessuto Dolce Lana_Alpaca de Nuit.jpg
01_Élitis_tessuto Abstraction.jpg

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati