Be Well

Come vivere sostenibile nel 2018

Dalla scelta della cosmesi allo shopping consapevole, le regole base per abbracciare l'ecosostenibilità
Reading time 2 minutes

Come vivere sostenibile: la bellezza e la cosmesi
 

Essere belle al naturale non significa rinunciare al trucco e nemmeno a quelle coccole che ci fanno sentire in pace con noi stesse. Vuol dire, semplicemente, leggere le etichette (per bene) e considerare di più i brand che producono prodotti e cosmetici bio ed ecologici. Basti pensare che la cosmesi sostenibile ha subito un'impennata negli ultimi anni, a testimonianza di quanto sia una tendenza crescente. Un brand che, da sempre, ha messo nel suo dna questa caratteristica è Lush: ecologici, biologici, i suoi prodotti sono anche cruelty free.
 

Come vivere sostenibile: le scelte al supermercato
 

Per iniziare a modificare le nostre abitudini si deve cominciare dal supermercato. Meglio scegliere bevande biologiche senza conservanti, prodotti di filiera controllata e soprattutto bio. Sono molte le donne italiane che preferiscono, nelle loro scelte quotidiane, prodotti che rispecchino il valore della naturalità, biologici e che rispettino l'ambiente. L'idea in più? Per stare sul sicuro, andate a fare la spesa nelle botteghe specializzate: la frutta e la verdura dal fruttivendolo, la carne dal macellaio, il pesce in pescheria. Costerà un po' di più, è vero, ma volete mettere il valore aggiunto?
 

Come vivere sostenibile: lo shopping
 

Dall'alta moda al fast fashion, l'attenzione verso l'ecosostenibilità è, di per sé, una tendenza. Gli esempi, in questo senso, si sprecano, a partire da Stella McCartney che ne ha fatta la sua bandiera. Sì a tessuti organici, riciclo degli abiti usati e, soprattutto, all'acquisto consapevole: comprando meno e meglio si limita anche l'impatto mondiale della moda. 
 

Come vivere sostenibile: la casa
 

Saponi, detersivi che consentono di pulire a fondo senza danneggiare l'ambiente (e nemmeno la nostra salute). Per riconoscerli tra gli scaffali basta guardare se hanno il simbolo Ecolabel: introdotto dall'Unione Europea, garantisce che il prodotto in questione abbia standard ecologici molto elevati.
 

Articoli correlati

Articoli consigliati