Azerbaijan e Colori - L'Officiel
L'Officiel Art

Azerbaijan e Colori

Le sfumature sconosciute della Scuola di Absheron
Reading time 2 minutes

“Born by the Winds of Absheron. Azerbaijani painters of 1960s—80s”, è un progetto collaborativo tra Erarta Museum of Contemporary Art, Heydar Aliyev Foundation e Mardjani Foundation, che mostra i migliori pezzi artistici di 13 artisti Azerbaijani di fine 20esimo e inizio 21esimo secolo.

Il titolo include il nome  della regione di Absheron, una penisola azerbaijana che sta ad indicare anche la scuola artistica degli anni ’60, ’70 e ’80. Questo movimento, infatti, è mosso dall’amore per la terra, per la sua natura secca e rocciosa. I pittori considerati innovatori e anticonformisti ebbero un’influenza gradissima sull’arte moderna azerbaijana e Absheron rappresenta per loro il simbolo della madrepatria.

Non a caso, di ricorrente presenza, sono i temi folkloristici, l’arte tessile, gli ornamenti monumentali, le miniature di manoscritti e i monumenti preistorici di Gobustan (riserva statale e patrimonio UNESCO).

L’esibizione mostra le varietà creative di artisti appartententi ad un medesimo movimento, i quali, nonostante le enormi differenze nelle loro visioni estetiche e vite personali, rappresentano il vero fenomeno della scuola nazionale azerbaijana, contemporaneamente solida e sfacciettata.

All’interno del museo sono presenti lavori di famosi artisti come: Togrul Narimanbekov, Geyur Yunus, Javad Mirjavadov, Tofik Javadov, Ashraf Murad, Kamal Ahmad, Rasim Babayev e Fazil Nadjafov. L’esibizione include infatti più di 40 pezzi d’arte provenienti dal National Museum of Arts, lo State Picture Gallery of Azerbaijan, il Museo of Modern Art.

/

'Born by the Winds of Absheron. Azerbaijani painters of 1960s—80s'

Erarta Museum of Contemporary Art (Saint Petersburg)

PR Manager, Galina Zhushman

Chiusura 27.08.2017

Articoli correlati

Articoli consigliati