Viaggi

Le 7 moschee più belle del mondo

Dalla Russia al Pakistan, passando per il Marocco, sette luoghi santi da visitare.
Reading time 5 minutes

Entrare in una moschea è un'esperienza davvero unica, un viaggio alternativo da compiere anche in estate. Vi proponiamo 7 meravigliose moschee da vedere almeno una volta nella vita.

Masjid Al Haram - La Mecca

La moschea più grande del mondo e il primo luogo santo dell'Islam. Progettato per racchiudere la Kaaba e costruito intorno al 638, l'edificio ha subito diverse modifiche nel corso dei secoli. Il suo aspetto attuale è essenzialmente il risultato degli interventi ottomani nel XVI secolo, seguiti dalle grandiose trasformazioni iniziate negli anni '50 e non ancora completate.

/
Moschea Hassan II - Casablanca

Costruito sotto il regno e le direttive del compianto Hassan II, progettato sul sito dell'ex piscina comunale, la sua costruzione iniziò il 12 luglio 1986 e la sua inaugurazione ebbe luogo il 30 agosto 1993. Dopo sette anni di lavoro per un costo totale di 3,8 miliardi di dirham, la Moschea di Hassan, disposta su una superficie di nove ettari, comprende una sala di preghiera e una spianata che può ospitare più di 105.000 fedeli, bagni, una scuola, una biblioteca e persino un museo. Un ampio tetto apribile consentiva, secondo il volere del re Hassan II, di collegare questo edificio direttamente all'aria aperta, considerata una dei quattro elementi indispenbili alla vita, come la terra, il fuoco e l'acqua.

/
Moschea di Sheikh Zayed - Abu Dhabi

Con una superficie totale di 22.412 m2, la Moschea Sheikh Zayed è una delle più grandi strutture in marmo costruite fino ad oggi dall'uomo. Contiene il più grande lampadario e il più grande tappeto artigianale del mondo. La sua costruzione è durata dal 1995 al 2007, 12 anni di lavoro per un costo totale di circa 2 miliardi di dirham degli Emirati Arabi Uniti (circa 400 milioni di euro). È il risultato di una collaborazione di ingegneri e artigiani internazionali e di 2.500 lavoratori. Costruito su un territorio desertico di oltre 22.000 m2 elevato a 9 m per dominare l'ambiente circostante, la struttura della moschea di Sheikh Zayed poggia su più di 6000 pilastri di acciaio, studiati per resistere alla corrosione causata dall'ambiente salino. La cupola principale, situata al centro della sala di preghiera centrale, misura 85 m da terra fino alla sommità della cupola, con un diametro di 32,8 m; la più grande cupola di una moschea al mondo.

/
Moschea Qol-Şärif - Kazan (Russia)

Si chiama Qol-Şärif, in nome di uno statista e imam che praticava nel Khanato di Kazan. Qol-Şärif morì lì con i sui discepoli, difendendo Kazan dall'attacco russo nel 1552. Si suppone che l'edificio avesse i minareti, sia sotto forma di cupole e sia tende di design tradizionale del khanato bulgaro del Volga, anche se potrebbero essere elementi  risalenti al primo Rinascimento e all'architettura ottomana. Nel 1552, la moschea fu distrutta da Ivan il Terribile, durante l'assedio di Kazan. Dal 1996, il nuovo edificio è costruito all'interno del Cremlino di Kazan, con un aspetto decisamente moderno. La sua inaugurazione, il 24 luglio 2005, ha segnato l'inizio delle celebrazioni dedicate al millennio di Kazan. La moschea Qol-Şärif può ospitare circa 6.000 fedeli ed è stata immaginata come un pilastro fondante del panorama architettonico di Kazan. Oltre alla moschea principale, comprende una biblioteca, una casa editrice oltre all'ufficio dell'Imam. Oggi la moschea serve principalmente come museo dell'Islam. Tuttavia, durante le grandi celebrazioni musulmane, migliaia di persone si riuniscono lì per pregare.

/
Moschea di Omar Ali Saifuddin - Brunei

Considerata spesso una delle più belle moschee dell'Asia Pacifica, prese il nome da Omar Ali Saifuddien III, il 28 ° Sultano del Brunei, che ne iniziò la costruzione. L'edificio fu completato nel 1958 ed è un esempio di moderna architettura islamica. Costruito su una laguna artificiale lungo il fiume Brunei a Kampong Ayer, combina perfettamente l'architettura Mughal e lo stile malese. La Moschea di Omar Ali Saifuddin è alta 52 metri e può essere vista da qualsiasi luogo a Bandar Seri Begawan. Oltre l'oro puro che copre la cupola, sono stati utilizzati anche altri materiali e oggetti preziosi per la costruzione di questa moschea: marmo importato dall'Italia, granito di Shanghai, lampadari di cristallo, tappeti inglesi e sauditi.

/
Moschea di Djenné - Mali

L'edificio più grande del mondo fatto di terra cruda, la grande Moschea di Djenné è al centro della città omonima, nella piana alluvionale di Bani. Un primo edificio fu costruito in questo luogo intorno al 1240 da Koi Kunbor. Il conquistatore Peul Amadou Lobbo, che rapì Djennah in seguito a una guerra santa, fece demolire la moschea, considerata troppo ricca, mantenendo solo un recinto contenente le tombe dei capi locali. Nel 1906, il governatore coloniale francese William Ponty accettò, su richiesta del marabout Almamy Sonfo, di ricostruire in modo identico la vecchia moschea del re Koi Komboro. La costruzione ebbe inizio nel 1906 e fu completata nel 1907.

/
Moschea Badshahi - Lahore (Pakistan)

Capace di accogliere 10.000 fedeli nella sua sala di preghiera principale e 100.000 nel cortile e nei portici, la moschea di Badshahi o la moschea reale rimase la più grande moschea del mondo dal 1673 al 1986 per un periodo di 313 anni, poi superati in dimensioni dalla moschea di Islamabad Faisal. La sua costruzione è stata originariamente pensata per custodire reliquie e consentire la salvaguardia di una ciocca di capelli del Profeta.

/

Articoli correlati

Articoli consigliati