Save The Date

I club più cool di Milano

Dove andiamo stasera?
Reading time 2 minutes

I migliori club di Milano: Wall
 

Definita dagli habitué come la mecca dell'elettronica della città meneghina, il Wall è caratterizzato da un'atmosfera decisamente berlinese. Forse il club più underground di Milano, ospita i migliori nomi della scena elettronica internazionale. Luce soffusa, fumo ovunque (e dal grande effetto scenografico), colori scuri e scalinate in ferro: il set migliore per la serata ideale. Per tutta la stagione il progetto sarà legato a Dj Ralf oltre che ad altri dj internazionali.
 

I migliori club di Milano: Take it Easy
 

Anche qui, la musica elettronica è protagonista. La crew del Take it easy è nata, con un format itinerante, qualche anno fa e per diverso tempo è stata ospitata in diversi locali della città. Poi, la svolta: ora trova posto nel seminterrato di una storica discoteca milanese, in Corso Como. Ogni sabato, qui, si verifica un sorta di miracolo milanese, soprattutto considerando la zona: musica di qualità, ben diversa da quella degli altri locali nei dintorni.
 

I migliori club di Milano: Rocket
 

Dal giovedì al sabato, il Rocket è il punto di riferimento dei milanesi. Un luogo che è capace di riunire le persone (e le musiche) più diverse sotto un unico tetto che trova posto sui Navigli. La main room, come suggerisce il nome, è il centro nevralgico del locale dove si esibiscono dj milanesi famosi anche in Europa e, il giovedì, si suona l'elettronica. Il sabato, invece, si riconferma la storica Akeem of Zamunda che, col suo ritmo hip hop e le crew sud americane, infiamma il locale.
 

I migliori club di Milano: TOM
 

A un primo sguardo, non te l'aspetti. Non ti aspetti che il TOM possa essere il posto ideale per un pranzo di lavoro, un brunch e, oltretutto, per ascoltare ottima musica. Perché sul retro c'è un ingresso che ti porta dritto dritto allo Stock at TOM, il dj club. Proprio di fianco al Volt, questo locale offre anche un ristorante in cui assaggiare piatti ricercati serviti da camerieri in divisa: il contrasto, tra la musica e il ristorante, è netto, ma rende l'atmosfera del TOM decisamente unica.

Tags

Articoli correlati

Articoli consigliati