Pop culture

Chi sono i nuovi sex symbol italiani?

Dalla musica al grande schermo, una volta che li vedi non te li scordi più
Reading time 3 minutes

Nuovi sex symbol italiani: Tommaso Paradiso
 

Nato a Roma nel 1983, è l'uomo romantico 2.0. Tommaso Paradiso, frontman dei TheGiornalisti, è a detta di molte uno dei nuovi sex symbol italiani. Ed effettivamente, c'è del vero: sarà per quella sua barba così folta, che quando l'ha tagliata c'è stato il finimondo su Instagram. Sarà perché in sella al cavallo ricorda parecchio Battisti. Sarà che ogni sua canzone non diventa solo - e matematicamente - un tormentone, ma anche una dichiarazione d'amore per la sua Carolina e il suo cane. Cantante della band TheGiornalisti dal 2009, fondata insieme ai compagni Marco Antonio Musella e Marco Primavera, la consacrazione è arrivata nel 2016 con Completamente Sold Out: da quel momento in poi, Paradiso è considerato uno dei più importanti volti della musica italiana. 

Nuovi sex symbol italiani: Lorenzo Richelmy
 

Classe 1990, biondissimo e un sorriso sincero. Lorenzo Richelmy debutta al cinema nel 2002 con Il pranzo della domenica di Vanzina, per poi essere volto di punta della fiction I Liceali: già a 17 anni viene considerato uno dei ragazzi più affascinanti sulla scena. Ma lui non si accontanta e studia al Centro sperimentale di cinematografia di Cinecittà: l'obiettivo? Migliorarsi sempre di più. Ed è nel 2014 che arriva la sua rivalsa: viene scelto da Netflix per interpretare Marco Polo nell'omonima serie tv. Tornato in Italia dopo una parentesi hollywoodiana, di recente è stato tra i protagonisti de Una questione privata, La ragazza nella nebbia e de Una vita spericolata.
 

Nuovi sex symbol italiani: Alessandro Borghi
 

Alessadro Borghi è un mostro sacro della recitazione. A confermarlo, la sua interpretazione di Stefano Cucchi nel film Sulla mia pelle: un ruolo estremamente complesso che Borghi ha saputo fare suo con una profondità che nessuno si aspettava. Meraviglioso in Suburra, l'attore è entrato pian piano nel mondo del cinema: all'inzio della sua carriera faceva lo stuntman. Classe 1986, sguardo che non perdona, talento a palate, un unico neo: è innamoratissimo della sua Roberta Pitrone. Beata lei.
 

Nuovi sex symbol italiani: Matteo Martari
 

Un viso che sembra quello di un modello, il suo. E in effetti, con la moda ci ha lavorato parecchio: Moschino, Woolrich, Diesel. Ma pare che tutto questo appartenga a una vita precedente visto che le sue doti interpretative sono talmente alte da essere palesi. Veronese, Matteo Martari è stato tra i volti della mini serie Luisa Spagnoli e Non uccidere senza farsi più dimenticare. A consacrarlo, il ruolo di Luigi Tenco del film Fabrizio De André - Principe libero, ma non solo. Perché Martari è molto apprezzato anche in Francia per la sua interpretazione in Il mio Godard, pellicola mai uscita in Italia. 
 

Foto courtesy Instagram @tommasoparadiso; @lorenzorichelmy; @alessandro.borghi; @martarirsm
 

Articoli correlati

Articoli consigliati